Roberto Saviano ospite di Che tempo che fa: la mafia che fa l'imprenditore

Ieri sera su Raitre puntata speciale di Fazio, ospite Roberto Saviano. Se n'è parlato e riparlato, ultimamente sono piovute critiche da chi accusa lo scrittore di fare il personaggio, e da chi forse prova invidia per l'incredibile successo di Gomorra. Milioni di copie vendute, tradotto in gran parte del globo, e scopriamo dall'intervista anche il libro più letto nelle carceri. E, tanto per rinforzare, 4 milioni e mezzo di spettatori ieri sera e vittoria di Raitre nella battaglia dello share. Buon segno.

Resta da capire se Gomorra resti per gli spettatori un elemento di fascino e attrattiva simile alle sensazioni provate guardando Scarface, oppure li aiuti a rendersi conto di vivere in un paese, da nord a sud, che basa la propria economia e il proprio Pil in parte sulla mafia. Come ci ricorda Saviano, i mafiosi sono i migliori imprenditori: fanno lavorare tanto e pagano poco, niente sindacati, investono nell'immobiliare, creano buchi neri come nel caso dello smaltimento dei rifiuti, chi lavora per la mafia ha copertura sanitaria e pensione (se ci arriva) assicurate.

Insomma la mafia manda avanti buona parte dell'economia italiana. Finchè nel bel paese travolto dagli scandali non ci sarà un minimo di riscatto morale, finchè non smetteranno i politici e il presidente di far passare il messaggio che "furbo è meglio", finchè non cambieranno radicalmente le regole economiche, la mafia continuerà ad essere uno Stato nello stato.

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO