Manovra: in arrivo anche la tassa su Coca Cola e Co.

Il nuovo balzello necessario per poter rivedere l'Irap

tassa coca cola bevande zuccherate

Per escludere dal regime Irap le partite Iva fino a 100.000 euro, nella manovra sarà inserita una nuova tassa sulla Coca Cola e le altre bevande zuccherate. La maggioranza Lega-Movimento 5 Stelle lo farà attraverso un emendamento alla “manovra del popolo” approvato in commissione Finanze e che dovrà ora essere esaminato dalla commissione Bilancio. L’emendamento porta la firma della deputata Carla Ruocco (M5S) ed è stato sottoscritto da alcuni colleghi della Lega: all’interno del testo si legge chiaramente che il balzello sulle bevande zuccherate ha come obiettivo quello di incassare soldi per la revisione delle imposte.

Web tax: modifica ritirata

Marcia indietro della maggioranza, invece, sulla web tax. Nei giorni scorsi sembrava che la Lega avesse pronto un emendamento per la cancellazione della tassa introdotta con la finanziaria dello scorso anno dal governo Gentiloni, sostituendola con una nuova normativa. Nel progetto del Carroccio c’era un’aliquota al 6% sull’ammontare dei corrispettivi, anziché quella del 3% sul valore della singola transazione, oltre che lo slittamento dell’entrata in vigore. Nulla di fatto, invece, rimane tutto come previsto dal precedente esecutivo con la manovra 2017.

In manovra 2,2 milioni per il Jazz

Un altro emendamento alla manovra presentato dal Movimento 5 Stelle e approvato in commissione Cultura della Camera, prevede invece di destinare 2,2 milioni per la musica Jazz. La proposta ora dovrà superare l’esame della commissione Bilancio e stanzia 750.000 euro annui per il triennio 2019-2021 "da ripartire a favore di progetti selezionati sulla base di appositi bandi annuali del ministero dei Beni culturali, prendendo le risorse dal fondo per l'attuazione del programma di governo".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO