Fico contro Salvini: "Le sue parole sono uno schiaffo per Napoli e la Campania"

"Posso assicurare che non ci sarà alcun inceneritore. Questa città e questa terra hanno già sofferto troppo"

Roberto Fico

Lo scontro tra Lega e Movimento 5 Stelle sugli inceneritori e la loro utilità in Campania si è arricchito in queste ore di una nuova voce, quella del Presidente della Camera Roberto Fico. Se ieri Luigi Di Maio si era affrettato a mettere in chiaro che la proposta di Salvini sarebbe rimasta soltanto una proposta, senza però citare direttamente il Ministro dell'Interno, oggi Fico è andato all'attacco del vicepremier leghista, chiamandolo direttamente in causa.

Un ministro dell’Interno non arriva qui a dice al sindaco di Napoli che i rifiuti se li mangia, perché è il primo cittadino della capitale del sud. E non definisce ‘quattro scemi’ gli attivisti dei centri sociali, che in questa città hanno fatto anche un lavoro sociale importante. Le parole di Salvini sono uno schiaffo per Napoli e per la Campania.

Fico, intervenuto stamattina in qualità di ospite d'onore per l'anniversario della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, ha confermato che in Campania non ci saranno nuovi inceneritori - Salvini era arrivato a dire "Non vorrei doverli imporre" - davvero non necessari per risolvere i problemi della Regione:

Posso assicurare che non ci sarà alcun inceneritore. Questa città e questa terra hanno già sofferto troppo. Servono molti più impianti di compostaggio per la frazione umida dei rifiuti solidi urbani, più differenziata e più impianti di trattamento meccanico manuale dove si ricicla il tutto.

Il diretto interessato ha prontamente replicato alle parole di Luigi Di Maio e di Roberto Fico, pur senza citarli direttamente. Salvini ha ribadito l'utilità dei termovalorizzatori, facendo un paragone con la situazione in Lombardia:

La percentuale di raccolta differenziata in Campania è quasi 20 punti inferiore a quella di altre regioni italiane. Nel 2016 la Campania ha esportato in Italia e in Europa 300mila tonnellate di rifiuti con una spesa per decine di milioni di euro. Da anni non ci sono interventi. Mi chiedo: qual è la soluzione per tutelare la salute dei campani, che peraltro pagano la tassa per i rifiuti? In Lombardia ci sono ben tredici termovalorizzatori che non inquinano ma producono energia e ricchezza: chi dice sempre e solo dei “No” provoca roghi tossici e malattie.

Foto | Camera dei Deputati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO