Renzi: "Dove mette le mani Di Maio, le aziende scappano"

L'ex segretario del Pd è tornato a criticare il Governo attraverso i social

Ieri Matteo Renzi è stato il grande assente all'assemblea nazionale del PD, ma questa mattina è tornato a parlare attraverso i social. L'ex segretario è partito dall'elogio della sua Firenze, che gli "allarga il cuore" quando "passeggia la domenica mattina nella sua bellezza senza fine". Fatta questa breve premessa è partito all'attacco del Governo: "come sempre, fin dagli anni in cui ero Sindaco, mi sono fermato a chiacchierare con chi lavora: commessi, camerieri, baristi. Molti di loro sono terrorizzati dall'ipotesi delle chiusure domenicali. Voi direte: 'Basta, Matteo, è solo un'ipotesi. Di Maio ha detto che vuole chiudere i negozi, ma ancora non ha fatto nulla, è troppo presto per fasciarsi la testa'. Forse è presto per fasciarsi la testa, ma per loro ogni momento è giusto per sfasciare l'Italia. Perché con questo governo... basta la parola".

Secondo Matteo Renzi gli annunci del Governo avrebbero già avuto effetti nefasti: "Non ci credete? Sentite questa. Giovedì scorso si è bloccata la vendita di una importante catena di ristoranti: la Old Wild West. Hanno quattromila dipendenti, creati da zero grazie al talento e al rischio di chi quasi vent'anni fa si è messo in gioco. Perché il lavoro nasce dal coraggio, non dai sussidi. L'azienda aveva molti potenziali acquirenti, che avrebbero garantito soldi per nuovi investimenti e per centinaia di nuovi posti di lavoro. Quando gli investitori hanno visto che Di Maio vuole chiudere la domenica (la domenica in questi settori vale circa il 15-20% del business), si sono tirati indietro".

L'obiettivo principale di Renzi sono stati ancora una volta Luigi Di Maio e i 5 Stelle: "Spariti i nuovi capitali e spariti i fondi per le nuove aperture e i nuovi posti di lavoro. Di Maio è il principale esperto italiano di disoccupazione: dove mette le mani lui, zac, le aziende scappano. È vero: il Governo ancora non ha fatto niente di concreto. Ma bastano le parole per bloccare business, soldi, investimenti. Accade col Terzo Valico a Genova, con la TAV, con le chiusure domenicali, con l'Aeroporto di Firenze. La differenza tra loro e noi è che loro dicono NO perché credono nel reddito di cittadinanza, noi diciamo SI perché vogliamo lavoro, lavoro, lavoro".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO