Manovra del popolo: 1.000 emendamenti inammissibili su oltre 3.600

Il tetto fissato a 700

emendamenti manovra del popolo

Su 3.626 emendamenti alla manovra del popolo presentati in Commissione Bilancio alla Camera dei Deputati circa 1.000 sono stati dichiarati inammissibili. È il dato che emerge dalla seduta della stessa commissione, che sottolinea come 2.600 circa, dunque, siano ammissibili. Secondo quanto riferisce l’Ansa, 374 emendamenti sono stati bocciati poiché estranei per materia, mentre 640 per carenza o inidoneità delle coperture. Entro domani, martedì 20 novembre, i gruppi della Camera dovranno indicare gli emendamenti segnalati, con il tetto che è stato fissato a 700.

Manovra: Tria è a Bruxelles

Oggi, intanto, il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, è a Bruxelles per una riunione straordinaria dell’Eurogruppo, anche se la manovra italiana non è in agenda. Non è da escludere, comunque, che il titolare del dicastero del Tesoro provi una nuova via diplomatica per evitare la rottura definitiva con la Commissione UE. L’omologo austriaco di Tria, intanto, Hartwig Loger, è sicuro che non ci sarà alcun riavvicinamento con l’Italia: “Non vedo cambiamenti da parte italiana. Aspettiamo questa settimana ancora una risposta chiara della Commissione. Io penso che ci saranno ancora tensioni con l’Italia”. Quanto alla possibilità di incontrare Tria, Loger che è anche presidente di turno del Consiglio Ue ha aggiunto: “Non so se incontrerò personalmente il ministro Tria”.

Dichiarazioni che non preoccupano comunque gli altri componenti del governo gialloverde. In merito ad una possibile procedura d'infrazione, intervenendo a Pomigliano d'Arco (Napoli) il vicepremier Luigi Di Maio ha dichiarato: "In Europa sanno tutti che il nostro obiettivo è portare a casa questa legge di Bilancio con il reddito di cittadinanza, la pensione di cittadinanza e quota 100". Un’altra brutta notizia, però, giunge dai ministri delle Finanze di Francia e Germania, Bruno Le Maire e Olaf Scholz, che hanno siglato un accordo in base al quale i Paesi che non rispetteranno il Patto di Stabilità non beneficeranno dei fondi del futuro bilancio della zona euro.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO