Roma, via all'abbattimento di 8 ville dei Casamonica, Raggi: "Giornata storica"

Operazione da parte di 600 uomini della polizia locale

roma ville casamonica Raggi

Roma - Ha preso il via stamane l’operazione di abbattimento di otto ville abusive di proprietà dei Casamonica e site nella periferia est della capitale. L’abbattimento vede impegnati circa 600 uomini della polizia locale, ma sul posto si è presentata anche il sindaco di Roma, Virginia Raggi, che ha dichiarato ai giornalisti presenti: "Quella di oggi - dice la prima cittadina - è una giornata storica per la città di Roma e per i romani. Mettiamo fine a anni di illegalità e inviamo un segnale forte alla criminalità e al clan Casamonica, sgomberando e abbattendo otto villette abusive nella periferia est di Roma". In alcuni appartamenti, fa sapere la polizia locale, sono state trovate anche sostanze stupefacenti.

Le villette erano state costruite dal clan dei Casamonica circa 20 anni fa in barba alle normative vigenti - regolamenti edilizi, vincoli paesaggistici, ferroviari ed archeologici - e inglobando addirittura parti dello storico acquedotto felice: "L'amministrazione - continua Virginia Raggi - si è impegnata come mai è successo nella sua storia recente: per 10 mesi abbiamo pianificato questa operazione che vede l'impegno di ben 600 uomini della polizia locale e di venti mezzi. Si tratta dell'operazione più imponente contro la criminalità mai realizzata dai caschi bianchi di Roma. Quelle villette erano lì da 30 anni lì, realizzate in palese violazione di regolamenti edilizi, vincoli paesaggistici, ferroviari ed archeologici. Alcune case avevano persino inglobato interi tratti dello storico acquedotto felice".

Le immagini girate all’interno delle villette hanno confermato il lusso e l’agio nel quale vivevano le famiglie dei Casamonica: marmi pregiati, finiture in oro e tutto ciò che di più costoso di può reperire tra gli arredi. "Io ho voluto esserci per manifestare la presenza delle istituzioni al fianco dei cittadini nella lotta all'illegalità e alla criminalità. Noi non abbassiamo lo sguardo. Ringrazio - conclude il sindaco di Roma - Il VII Municipio per il coraggio e la costanza di questi mesi, i tecnici del Comune, gli agenti della polizia locale e il comandante Antonio Di Maggio, il personale di polizia, carabinieri, soprintendenza di Stato, i fabbri, gli operai, Atac, i tecnici di Acea, Enel e Italgas, la Sala operativa sociale di Roma Capitale, la Protezione civile capitolina, le ditte che si occupano delle demolizioni e in particolare i cittadini che, con le loro denunce, non si sono mai arresi".

Salvini: "Questo è solo l'inizio"

Sul luogo dell’abbattimento è giunto anche il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che ai giornalisti presenti ha dichiarato: "Sono venuto a ringraziare gli uomini delle forze dell'ordine perché dopo decenni si riporta legalità in un quartiere dove c'era abuso. Un bel segnale - conclude - non solo per i romani ma per tutti gli italiani, anche perché siamo solo all'inizio: preparatevi".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO