Alitalia-FS, i commissari danno il via libera all'integrazione. Cosa cambierà?

"Nel momento in cui ci verrà ufficializzato il ruolo saremo noi a gestire la partita delle negoziazioni"

Alitalia

Dopo il via libera del Cda di Ferrovie dello Stato all'acquisizione di Alitalia, oggi sono stati i commissari della compagnia aerea a dare l'ok all'offerta ricevuta, in attesa che si esprima positivamente anche il Ministero dello Sviluppo Economico. Lo ha confermato oggi l'ad di FS, Gianfranco Battisti:

Abbiamo fatto l'offerta, aspettiamo che il Mise ce ne confermi l'accettazione. Aspettiamo anche le condizioni e siamo pronti a partire nei tempi giusti. Nel momento in cui ci verrà ufficializzato il ruolo saremo noi a gestire la partita delle negoziazioni.

Nel futuro di Alitalia, quindi, ci sarà una profonda integrazione con le Ferrovie dello Stato, anche se nessuno dei diretti interessati, per ovvi motivi, si è sbilanciato nel concreto. Le indiscrezioni, però, parlano già di un potenziamento dei collegamenti ferroviari tra i grandi aeroporti italiani - da Venezia, ad esempio, si potrà raggiungere l'aeroporto internazionale di Roma Fiumicino con il Frecciarossa e lo stesso accadrà già da dicembre con Pisa, Firenze, La Spezia e Genova - a discapito però delle brevi tratte aeree in Italia.

Potenziando i collegamenti ferroviari tra le principali città italiane, in definitiva, si potranno eliminare alcuni dei collegamenti aerei tra queste città e potenziare invece le tratte internazionali verso Londra o gli Stati Uniti, al momento più competitive. A venir potenziati non saranno soltanto i collegamenti verso l'aeroporto romano di Fiumicino, ma a partire dal prossimo anno anche quelli per l'aeroporto di Malpensa verranno migliorati con lo stesso obiettivo in mente.

Nella nuova Alitalia potrebbero trovar posto anche la compagnia aerea britannica EasyJet e quella statunitense Delta Air Lines, ma tutto è ancora da definire. Battisti ha preferito non sbilanciarsi troppo:

Stiamo interloquendo con molti operatori, tra cui EasyJet, ma non solo, e stiamo registrando una grande attenzione sulla capacità progettuale di Fs presto saremo nelle condizioni di poter annunciare qualcosa di concreto.

Sulla carta si tratta di un progetto molto ambizioso che potrebbe cambiare radicalmente il modo di viaggiare in Italia e dall'Italia all'estero. La situazione sarà sicuramente più chiara nelle prossime settimane, qualche mese al massimo.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO