Salvini: "Lettera UE? Aspetto quella di Babbo Natale. Chiedo rispetto per il popolo italiano"

"Ci lascino lavorare in pace"

L'attesa bocciatura della manovra italiana è arrivata e adesso la strada che porta alla procedura d'infrazione è stata aperta. In attesa di vedere quale sarà la reazione dei mercati finanziari a questa notizia, sono immediatamente arrivate quelle degli esponenti del Governo italiano. Il più irriverente è stato, come da suo costume, Matteo Salvini che ha parlato durante un incontro a Confcommercio: "È arrivata la lettera di Bruxelles? Va bene, aspettiamo quella di Babbo Natale".

Poi il vicepremier ha parlato dei presunti pregiudizi nei confronti di questo Governo: "Ci lascino lavorare. Mi sembrerebbe irrispettoso che arrivino sanzioni per una manovra di crescita. Tra un anno ne parliamo, ma no a pregiudizi. Noi nella manovra ci crediamo, non vado a sindacare nelle manovre degli altri Paesi".

Salvini ha quindi proseguito il discorso pubblicando uno status su Facebook: "All’Europa chiedo rispetto per il Popolo Italiano, visto che paghiamo ogni anno almeno 5 miliardi in più di quello che ci torna indietro. Diritto al lavoro, diritto alla salute e allo studio, meno tasse e più sicurezza: noi andiamo avanti! Vi voglio bene Amici".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO