Boccia (PD): "Manovra bocciata? Pregiudizio di una commissione UE fallimentare"

Il deputato dem difende a sorpresa il governo Conte

francesco boccia pd

Francesco Boccia, deputato del Partito Democratico, si schiera a sorpresa contro la bocciatura della manovra da parte dell’UE. Mentre tra le fila dell’opposizione in tanti esultano nella speranza che si tratti del primo passo verso una caduta del governo, Boccia interviene ai microfoni di “Ho scelto Cusano” (Radio Cusano Campus) sostenendo di “tifare” per l’Italia e il suo governo, nonostante non sia del suo colore. “La bocciatura della manovra da parte della Ue? È sbagliata nel metodo e nel merito - dichiara il deputato di centrosinistra - . Vi sorprenderò: sono dalla parte dell’Italia e sono disposto a difendere Conte e il governo Conte”.

Per l’Italia vi sono grigie nubi all’orizzonte dopo la bocciatura della “manovra del popolo”, i mercati ne stanno risentendo e molti italiani che avevano dato fiducia al governo gialloverde sembrano ora avere qualche dubbio in più. Eppure, c’è chi dall’altra parte della barricata corre in soccorso di M5S e Lega: “Questa decisione è errata nel metodo - argomenta Boccia - , perché sarebbe stato più opportuno aspettare almeno il primo passaggio in uno dei due rami del Parlamento italiano. Sarebbe opportuno avere rispetto per il Parlamento. A me non piace questa manovra nelle modalità di costruzione dei processi di spesa, ma non si può far partire una procedura d’infrazione sul debito senza che il Parlamento si sia ancora espresso, perché il Parlamento può ancora cambiarla e migliorarla. È segno di un pregiudizio di una commissione Ue fallimentare. Io da giorni chiedo a Conte e ai leader di questa maggioranza di fare un patto politico anti-spread”.

Insomma, se è pur vero che la maggioranza di governo ha sostanzialmente “sfidato” l’Europa, è altrettanto vero che l’UE non ha rispettato i passi istituzionali italiani, intervenendo prima ancora che la manovra fosse portata in Parlamento. Nonostante ciò, secondo il dem Boccia, Matteo Salvini sbaglia a rispondere sarcasticamente - "La lettera da Bruxelles? Io aspettavo anche quella di Babbo Natale" - : “Anziché fare queste battute, che non sono nemmeno spiritose, avrebbe dovuto spiegare in maniera seria all’Europa che l’Italia è un Paese forte, in grado di compattare maggioranza e opposizione sugli interessi nazionali. Qui si incontrano due pregiudizi: il pregiudizio pessimo della Commissione Ue verso l’Italia e quello di Salvini verso l’Europa. Così non si va lontano, ci si fa solo male”.

Boccia: "Ecco quanto durerà il governo"

Quanto alla durata del governo, Boccia sostiene sia sostanzialmente tutto nelle mani di Salvini: la Lega continua ad aumentare i consensi, il M5S a perderli, appena il leader del Carroccio deciderà di staccare la spina, cadrà sicuramente in piedi. “Ho sempre sostenuto che questo governo non sarebbe andato oltre un anno di vita. Non vanno d’accordo su nulla. Il M5S - prosegue - prende schiaffoni a ogni provvedimento mentre la Lega consolida il proprio consenso. Salvini è l’unico dei leader occidentali che pur governando aumenta i consensi, mentre Di Maio sta sperperando tutto il consenso che gli italiani gli avevano dato. Ha un destino segnato, ma ce l’ha per una scelta che farà il più forte, che in questo momento è Salvini. Lui può giocare come il gatto con il topo - conclude - , si tratta solo di capire quando deciderà di ‘chiamare banco’”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO