Giornata contro la violenza sulle donne: il messaggio del Capo dello Stato

sergio-mattarella-violenza-sulle-donne

Nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne risuona forte il messaggio del Presidente della Repubblica. Sergio Mattarella in una lettera scritta per l'occasione parla di una violenza "che purtroppo non conosce confini geografici, distinzioni di classe o di età" e che "in ogni sua forma, fino all'omicidio, non è mai un fatto privato... ma si inscrive in una storia universale e radicata di prevaricazione". Quindi, prosegue il Capo dello Stato, bisogna "operare per una profonda trasformazione culturale. Nel nostro Paese il fenomeno è ancora tragicamente alto e la sua denuncia ancora troppo reticente".

Bonafede: "novità nel prossimo Cdm"

Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede intanto su Facebook annuncia novità in arrivo per contrastare la violenza sulle donne già dal prossimo Consiglio dei ministri: "abbiamo all'ordine del giorno l'approvazione del disegno di legge sul Codice rosso che abbiamo già presentato con il ministro Giulia Bongiorno e Michelle Hunziker, fondatrici dell'associazione Doppia difesa ispiratrice del provvedimento".

I dati sul femminicidio in Italia

Le statistiche sui femminicidi in Italia, ricorda il Guardasigilli, raccontano di "Una media di 150 l'anno, quasi uno ogni due giorni". Dal 2000 ad oggi, solo in Italia, sono state ucciso 3100 donne, in 3 casi su 4 dal partner o dall'ex. Nel 2018, finora, i femminicidi sono stati 106. "Le sentenze ci dicono che sul totale delle condanne per omicidi di donne, l'85 per cento sono classificabili come femminicidio, perché avvenuti in ambito familiare o all'interno di relazioni sentimentali poco stabili. Nel 2017 sono state 2.018 le sentenze definitive per violenza sessuale, 1.827 quelle per stalking" ha scritto ancora Bonafede.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO