Svolta sulla manovra: Borsa Milano in netto rialzo, Spread giù a 280 punti

Il governo apre a modifiche sulla manovra: la reazione dei mercati

borsa milano e spread oggi 26 novembre 2018

Borsa Milano apre in forte rialzo e lo spread in netta picchiata oggi 26 novembre, dopo le aperture del governo nei confronti dell'Ue sulla manovra finanziaria. Matteo Salvini prima e il premier Giuseppe Conte poi hanno chiarito ieri che il rapporto deficit/pil al 2,4% non è un totem e che ritocchi di qualche decimale sono ammissibili purché i punti cardine della manovra non vengano messi in discussione.

A Piazza Affari l'indice Ftse Mib sale in apertura dell'1,7% a 19.037 punti per arrivare poi a sfiorare il 3%. A volare sono soprattuto i titoli del comparto bancario che stanno trainando tutto il listino principale di Borsa Milano. Sul mercato secondario invece lo spread tra Btp e Bund apre oggi in calo di oltre 20 punti base rispetto alla chiusura di venerdì (306) per un differenziale tra titoli di Stato decennali italiani e tedeschi sceso a 280 punti base, ai minimi da ottobre scorso.

Di Maio: "meno deficit non è importante"

Quanto detto ieri da Salvini e Conte sulle modifiche alla manovra è stato ribadito questa mattina dal vicepremier Luigi Di Maio ai microfoni di Radio Radicale: "il tema non sono i numeri ma i cittadini, gli obiettivi che ci siamo dati: quota 100 e il reddito di cittadinanza e i rimborsi ai truffati per le banche e il pacchetto imprese, sono misure da cui non possiamo prescindere. Se poi all'interno della contrattazione deve diminuire il deficit non è importante, importante che non sia abbassi la platea che riceve quelle misure" ha detto il leader dei 5 Stelle.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO