Di Maio a DiMartedì: "Se mio padre ha sbagliato, prendo le distanze da quel comportamento"

"Se mio padre ha sbagliato 10 anni fa, io prendo le distanze da quel comportamento. Io non lo sto coprendo"

Le Iene - Lavoro Nero - Luigi Di Maio

Il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio è stato nuovamente ospite a DiMartedì su La7 e dopo un faccia a faccia col direttore di Repubblica, è stato interpellato sulla questione del lavoro nero nell'impresa di costruzioni Ardima srl, in passato di proprietà del padre di Di Maio e da cinque anni di proprietà del vicepremier e di sua sorella con una quota del 50% ciascuno.

Se mio padre ha sbagliato 10 anni fa, io prendo le distanze da quel comportamento. Io non lo sto coprendo, anzi sono io che porto le carte a Le Iene per aiutarle a far emergere la verità. Se io avessi saputo questa cosa non l'avrei tenuta nascosta.

A far emergere la vicenda sono state Le Iene, che nel corso degli ultimi giorni avrebbero accertato almeno tre casi di lavoro in nero presso la Ardima, casi che risalgono a diversi anni fa, quando Luigi Di Maio non era coinvolto direttamente nell'azienda del padre:

Stiamo parlando di un fatto che risale a circa dieci anni fa, tra il 2008 e il 2010. Io avevo 22 anni e non conoscevo lo status dei lavoratori di mio padre. Mi dispiace che mio padre, dopo il primo caso, non mi abbia detto che ce n'erano stati degli altri.

Di Maio ha precisato:

Io da 5 anni possiedo il 50% delle azioni di questa azienda che adesso non sta lavorando. Chiuderemo entro fine anno. Posso dirvi che quello che è successo non lo sapevo, ma non attaccherò mai Le Iene né chiederò di bloccare i loro servizi. Anzi, chiedo loro di andare avanti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO