Nichi Vendola si candida alla Camera


Il leader di Sinistra Ecologia e Libertà Nichi Vendola si candiderà alla Camera in più circoscrizioni ma non come capolista. Di conseguenza, dovrà dimettersi da presidente della regione Puglia.

La notizia era nell'aria ma si attendeva ancora l'ufficialità, soprattutto per le ripercussioni sulla Regione che Vendola amministra dal 2005. Il responsabile organizzativo di Sel, Francesco Ferrara, in conferenza stampa con lo stesso leader, ha annunciato:

Vendola si candiderà nei luoghi dove riterrà utile e necessario e poi opterà per la Puglia

E Vendola ha chiosato:

Non sarò capolista in tutte le circoscrizioni ma solo nei luoghi che riterremo più opportuni. Dovrò lasciare la presidenza della regione Puglia, e voi sapete che la Puglia è l'amore della mia vita.
Cercherò di restare presidente fino all'ultimo secondo utile per mettere in sicurezza tutto quello che sarà possibile delle politiche che abbiamo sviluppato.


Tra gli altri capilista ci saranno il magistrato Francesco Forgione e il sindacalista Giorgio Airaudo. Durante la conferenza stampa, Vendola ha anche replicato alle accuse rivoltegli dal premier Mario Monti nelle sue ultime uscite televisive:

Monti mi accusa di voler difendere i diritti dei lavoratori, non di mantenere le strutture esistenti. Lotto per cambiare, innovare significa migliorare le condizioni di vita delle persone. Con Monti, ci ritroviamo al collasso del sistema sanitario, al dimagrimento del Welfare, delle risposte ai cittadini più fragili, l'Italia sprofonda sul peso della povertà e della disoccupazione e della recessione, frutto delle scelte del governo Monti

E, riguardo l'agenda Monti:

Se uno ritiene che l'economia può far senza la politica, dal punto di vista di Monti, non serve la politica, tanto decidono tutto i mercati finanziari. Con l'agenda Monti, questo oggetto magico, noi barbari che facciamo politica, dobbiamo inchinarci a questo totem. E' tipico della spocchia di certa borghesia conservatrice.

Vendola è governatore della Puglia dal 2005, il secondo mandato è iniziato nel 2010 e verrà quindi lasciato a metà se alla fine il leader di Sel opterà per un seggio alla Camera.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO