La classifica dei sindaci più amati del Sole 24 ore


Se otto dei primi nove sindaci della classifica di gradimento stilata da 'Il Sole 24 Ore' sono reduci dalle amministrative 2012 è chiaro che qualcosa non va. Nel senso che più che la loro capacità di amministrare sembra premiarli l'onda lunga della campagna elettorale e la luna di miele delle promesse dei primi giorni. Eccezione importantissima è però quella del sindaco che il primo posto se l'è conquistato: Vincenzo De Luca, sceriffo artefice della primavera di Salerno candidato dal Pd nel 2011 dopo un primo mandato nel 2006 e altri due mandati da primo cittadino dal '93 al 2001. Insomma, tutto tranne che un novizio.

Un'altra eccezione si può fare per Flavio Tosi, primo cittadino di Verona da sempre in testa alle graduatorie di governance poll: colui che poteva addirittura essere il candidato premier per la Lega Nord si piazza al quarto posto confermando il gradimento nei suoi confronti dei veronesi, che infatti l'hanno rieletto al primo turno nella primavera 2012, proprio mentre il Carroccio affrontava la sua crisi più grave. Al secondo posto un altro nome noto: il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, buon risultato anche per Marco Doria di Genova. Ecco la classifica con le prime dieci posizioni.

1- Salerno: Vincenzo De Luca (Centrosinistra), 72%
2- Palermo: Leoluca Orlando (Centrosinistra), 71%
3- Agrigento: Marco Zambuto (Terzo Polo), 70%
4- Verona: Flavio Tosi (Centrodestra), 66%
5- Como: Mario Lucini (Centrosinistra), 65,5%
6- Lucca: Alessandro Tambellini (Centrosinistra), 65%
7- Genova: Marco Doria (Centrosinistra), 63%
Rieti: Simone Petrangeli (Centrosinistra), 63%
9- Lecce: Paolo Perrone (Centrodestra), 62,5%
10- Belluno: Jacopo Massaro (Liste Civiche), 60%
Milano: Giuliano Pisapia (Centrosinistra), 60%
Andria: Nicola Giorgino (Centrodestra), 60%
Pordenone: Claudio Pedrotti (Centrosinistra), 60%
Sassari: Gianfranco Ganau (Centrosinistra), 60%
Trento: Alessandro Andreatta (Centrosinistra), 60%

Quindi, dei quindici sindaci della top 10 - a causa dei tanti ex aequo - ben undici sono in qualche misura ascrivibili al centrosinistra, due al centrodestra, uno al Terzo Polo e uno alle Liste Civiche. I sindaci meno apprezzati della Penisola sono invece quelli di Mantova (Nicola Sodano, cdx), di Prato (Roberto Cenni, cdx), di Caltanisetta (Michele Campisi, cdx), di Catania (Raffaele Stancanelli, cdx), Messina (Giuseppe Buzzanca, cdx), di Foggia (Giovanni Mongelli, csx).

E gli altri nomi celebri della classifica? Il primo cittadino di Napoli Luigi De Magistris si trova al 17° posto, quello di Torino Piero Fassino al 22°. Matteo Renzi rimane più o meno dov'era l'anno scorso, e cioè abbastanza indietro al 61° posto. Fa peggio il sindaco della Capitale Gianni Alemanno: 70°.

Foto via Facebook

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO