Il 15 maggio scatta l'ora X. Gheddafi rispetterà i patti?



La polemica e i dubbi si rincorrono da mesi, per non dire anni. Ma ora perlomeno l'accordo bilaterale Italia-Libia per la limitazione dell'immigrazione clandestina ha una data precisa, e questa data è il 15 maggio. Non è notizia di oggi, certo, ma è bene ogni tanto riprendere in mano la questione anche per vigilare sull'effettivo rispetto degli accordi.

Il trattato siglato da Berlusconi il 30 agosto 2008 tra le altre cose prevedeva una generica collaborazione sul fronte della lotta alla clandestinità (articolo 19) che in seguito si sarebbe concretizzata, sulla carta, come pattugliamento delle coste libiche da parte di una forza congiunta di motovedette.

Il 15 maggio segna la data in cui le imbarcazioni, inizialmente tre, dovrebbero cominciare a intercettare i cosiddetti barconi dei disperati. È evidente a tutti come tre motovedette siano del tutto inadeguate per vegliare un tratto così sterminato di mare, ma va detto che la loro operatività in parte ne trascende l'efficacia.

In altre parole, in attesa che il sistema ottenga un decisivo rinforzo di mezzi e sia coadiuvato anche dalla sorveglianza via terra, l'inizio del pattugliamento darebbe un segnale alle organizzazioni malavitose che gestiscono il traffico dei clandestini, minandone almeno in parte l'efficacia. Il colonnello Gheddafi a tutt'oggi giura che rispetterà i patti. Rispetterà la parola data? Appuntamento su queste colonne tra un mese circa.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO