Gilet gialli: 1385 arresti. 135 feriti nella sola Parigi

Aggiornamento ore 21:45 - Altro sabato di mobilitazione violenta a Parigi e in tutta la Francia. Al momento le forze dell'ordine hanno fermato 1385 persone (920 nella sola Capitale) e 974 sono rimaste sotto custodia. Secondo le stime del ministro degli Interni, Christophe Castaner, in tutto il Paese sono scese in piazza circa 125mila persone. A nulla è servito dare lo stop alla cosiddetta ecotassa sui carburanti, perché il movimento dei 'Gilet Gialli' adesso ha alzato il tiro e chiede a gran voce le dimissioni del Presidente Macron.

Ci sono stati diversi scontri tra i manifestanti e le forze dell'ordine e, stando ai dati del Ministero dell'Interno, sono 135 le persone che sono rimaste ferite considerando sia i manifestanti che le forze dell'ordine.

Sia Marine Le Pen che Jean-Luc Melenchon - leader della formazione di sinistra de La France Insoumise - hanno chiesto elezioni anticipate in questa quarta giornata di mobilitazione. Va ricordato che la Le Pen è arrivata al ballottaggio - perso poi nettamente - con Macron nel 2017, dopo aver ottenuto al primo turno il 21,30% dei voti; Melenchon, invece, è uscito di scena al primo turno con il suo rispettabilissimo 19,58%, scavalcando decisamente il Partito Socialista francese.

Il Primo Ministro Edouard Philippe ha invece invitato al dialogo per riportare tranquillità “è il tempo del dialogo, è iniziato con i dibattiti in entrambe le assemblee, gli incontri sul campo, a Matignon, dove ho avuto l’opportunità di incontrare una delegazione di questi connazionali. Deve continuare, la nazione francese deve ritrovarsi, nessuna tassa può minacciare l’unità nazionale”.

Gilet gialli bloccano la frontiera a Ventimiglia: code di 6 km

I poliziotti parigini oggi hanno perquisito più di 480 persone e ne hanno fermate 211 perché erano in possesso di fionde, martelli, bottiglie Molotov e spranghe di ferro, come ha riferito Camille Chaize, portavoce della polizia.

Sugli Champs-Elysées sono circa un migliaio i gilet gialli che stanno sfilando contro Macron, chiedendogli di dimettersi. Quelli che non hanno lasciato il materiale non consentito dalla polizia sono rimasti nella zona di Porte Maillot, dalla porte opposta all'Arco di Trionfo e hanno agitato un grande tricolore con su tre date: quella della Rivoluzione francese (1789), quella della rivolta del Maggio Francese (1968) e quella di quest'anno, il 2018.

La polizia, in tenuta antisommossa, ha usato i lacrimogeni contro alcuni dei manifestanti, come è possibile vedere dalle foto qui in alto. C'è stato un grande dispiegamento di forse: 89mila agenti in tutto il Paese, 8mila solo a Parigi, con una decina di mezzi blindati impiegati. A tutti i parigini è stato raccomandato di restare in casa, lo sport è fermo e i musei sono chiusi. È stata anche bloccata la A6 verso l'Italia e la E40 e la E17 al confine con il Belgio. Inoltre i gilet gialli hanno bloccato la frontiera a Ventimiglia dove si registrano code di 6km.

Gilet gialli: altre 278 persone fermate

È una Francia blindata quella che oggi si prepara ad accogliere la nuova protesta dei "gilet gialli” a pochi giorni dalle prime concessioni fatte dal governo di Emmanuel Macron, che ha deciso di sospendere temporaneamente l'introduzione della nuova tassa sui carburanti dopo oltre tre settimane di incessanti proteste.

A Parigi sono già stati dispiegati 8mila agenti e 12 veicoli blindati ed è stato deciso di chiudere l'accesso al pubblico ad alcuni dei monumenti principali della città, a cominciare dalla Torre Eiffel al Museo del Louvre, passando per l'Arc De Triomphe. Moltissimi negozianti hanno preferito non aprire i propri negozi o installare delle barriere per evitare danneggiamenti, come accaduto nelle altre calde giornate di violente proteste.

Le autorità parlano già di proteste ultra-violente, complici le dichiarazioni di alcuni portavoce del movimento dei Gilet Gialli, che hanno parlato della manifestazione di oggi come dell'"ultimo capitolo" di queste proteste e hanno dichiarato di voler "entrare all'Eliseo". L'allerta è altissima, soprattuto dopo la diffusione del video degli studenti fatti inginocchiare dalla polizia armata, e si temono già diverse vittime.

In queste ultime le forze dell'ordine hanno già eseguito oltre 278 fermi di persone giunte a Parigi per prendere parte dall'evento di oggi e ben 32 di queste sarebbero state arrestate perché trovate in possesso di armi - martelli, fionde o sbarre - e maschere.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO