Giorgia Meloni: "Subito incontro con Salvini, ma non lo diciamo a Di Maio"

"Eviteranno la sfida andando incontro all'Europa sul tema dello sforamento del deficit. Alla fine l'Ue, secondo me riuscirà a imporre un taglio dello sforamento"

Giorgia Meloni

Si avvicinano le elezioni regionali in Abruzzo e Sardegna e il centrodestra deve riunirsi per fare il punto della situazione e partire dalla carica con la campagna elettorale - la stessa campagna elettorale che Matteo Salvini sta portando avanti senza sosta da mesi. La leader di Fratelli d'Italia è pronta ad incontrare gli alleati Silvio Berlusconi e Salvini, già durante la prossima settimana.

Giorgia Meloni, intervistata oggi dall'AdnKronos, resta convinta della rilevanza del suo partito e del fatto che Salvini non rinuncerà ad averla come alleata visto l'aumento di consenso ottenuto dalla Lega:

C'è un dato di fatto in questi anni abbiamo visto molti fenomeni politici che sono cresciuti molto, si sono gonfiati, anche in poco tempo. Penso a Renzi, al Movimento Cinque Stelle e allo stesso Salvini. Il dato è che Fdi è l'unico partito che non è mai stato intaccato da queste crescite.... Sono movimenti che possono averci frenato ma i numeri ci dicono che noi abbiamo continuato a crescere. Vado avanti per la mia strada.

Il successo di Salvini, così come quello del Movimento 5 Stelle prima della salita al governo, potrebbe essere temporaneo, mentre Fratelli d'Italia, secondo la sua fondatrice, continuerà a crescere, seppur lentamente.

Giorgia Meloni ha voluto dire la propria anche sulla manovra che tante tensioni sta creando con l'Unione Europea. La leader di Fratelli d'Italia suggerire all'esecutivo gialloverde di venire incontro all'UE:

Eviteranno la sfida andando incontro all'Europa sul tema dello sforamento del deficit. Alla fine l'Ue, secondo me riuscirà a imporre un taglio dello sforamento. Questo, purtroppo, è il risultato di fare in Europa una battaglia su una manovra che spende miliardi di euro per fare assistenzialismo spinto.

Meloni critica il leader della Lega per il suo mancato intervento sull'obbligo della fatturazione elettronica tra privati. E spiega: "Io sento Salvini dire in piazza che loro danno attenzione alle pmi e che il governo ha dimostrato interesse per i piccoli, ma io sto facendo una battaglia senza quartiere inascoltata contro l'obbligo della fatturazione elettronica che entra in vigore per tutti dal primo gennaio 2019, cosa mai successa e che ammazzerà migliaia di pmi... Se è vero che questo governo ci tiene alle piccole e medie imprese lo dimostri dicendo anche lui no all'obbligo della fatturazione elettronica.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO