Fondi Lega, capigruppo M5S: "Servono chiarimenti. Salvini non minimizzi" | Video

I capigruppo Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli hanno scritto una nota per invitare la Lega a fare chiarezza.

In questo esperimento del governo giallo-verde finora chi ha avuto la peggio è certamente il MoVimento 5 Stelle, che già troppe volte, in pochi mesi, si è dovuto piegare al volere di Matteo Salvini, leader della Lega. Il ministro dell'Interno tende a invadere le corsie dei ministri pentastellati e a dire la sua anche su argomenti che non lo dovrebbero riguardare direttamente, dalle infrastrutture come Tap e Tav, alla giustizia, in particolare con riferimento alla prescrizione e alla legittima difesa.

Tutto questo si è tradotto con un netto sorpasso da parte della Lega ai danni del M5S nei sondaggi, tanto che ora proprio il Carroccio, che a marzo aveva avuto un po' più della metà dei voti dei 5 Stelle, è il primo partito e stacca di quasi sei punti i colleghi di governo.

Serve dunque un segnale da parte dei pentastellati e oggi potrebbe esserne arrivato uno. I capigruppo Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli, infatti, hanno scritto una nota congiunta intervenendo sul caso del tesoriere della Lega Giulio Centemero che è a capo di una associazione, Più Voci, finanziata con 250mila euro dall'imprenditore Luca Parnasi, che è stato arrestato lo scorso 13 giugno.

Da ieri il Centemero è diventato ancor di più un "caso" in seguito alle perquisizioni che sono state effettuate negli studi dei due commercialisti cofondatore dell'associazione Più Voci da parte della Guardia di Finanza, mandata dalla Procura di Genova che sta indagando sui 49 milioni di fondi che la Lega ha fatto sparire.

I capigruppo D'Uva e Patuanelli hanno scritto:

"Siamo certi che la Lega fornirà ulteriori chiarimenti sul caso Centemero. E ci auguriamo che Salvini non minimizzi la vicenda. Una cosa è doverosa dirla: da sempre ci battiamo contro i finanziamenti illeciti ai partiti, perché in un Paese civile non devono esserci interessi esterni a influenzare l'attività delle forze politiche presenti in Parlamento. E per quanto riguarda le fondazioni legate ai partiti vogliamo quella trasparenza che per troppo tempo è mancata in Italia. Per questo motivo nello Spazzacorrotti, che approveremo nelle prossime settimane, prevediamo norme che garantiranno assoluta trasparenza sui finanziamenti di cui beneficeranno partiti, movimenti e fondazioni collegate"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO