Manovra, Di Maio: "Le regole valgono per tutti, anche per la Francia"

"Le prossime 24-48 ore nell’interlocuzione con l’Europa sono cruciali. Il tema non è il deficit: l’obiettivo è mantenere le promesse ed evitare la procedura di infrazione"

Luigi Di Maio

Il Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio è riemerso dal MISE dopo il lungo incontro coi rappresentanti delle imprese, è intervenuto nuovamente sulla manovra a poche ore dall'importante vertice di Bruxelles tra Giuseppe Conte e il presidente della Commissione UE Jean-Claude Juncker a Bruxelles, definendo cruciali le prossime 48 ore:

Le prossime 24-48 ore nell’interlocuzione con l’Europa sono cruciali. Il tema non è il deficit: l’obiettivo è mantenere le promesse ed evitare la procedura di infrazione. I mercati sono preoccupati e anche dal governo c’è tutta l’attenzione del caso. Ma siamo soddisfatti perché su reddito e pensioni la manovra non cambia.

Di Maio ha di fatto confermato che la manovra non subirà modifiche sostanziali, come invece chiesto dall'Europa, e ha tirato in ballo il Presidente della Francia Emmanuel Macron e le misure da lui annunciate ieri, sottolineando come anche i francesi dovranno aumentare il deficit per mantenere quelle promesse:

Mi aspetto, se le regole sul deficit/pil valgono per tutti, che la Commissione europea accenda un faro anche sulla Francia. Secondo i nostri calcoli gli interventi annunciati da Macron non si sposano con il rapporto deficit/Pil annunciato: quindi, dovranno per forza aumentare il deficit e si aprirà anche un caso Francia, se le regole valgono per tutti, anche se noi non lo speriamo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO