Salvini mette in imbarazzo la Difesa: "Hezbollah terroristi"

salvini difesa

Il vicepremier Matteo Salvini sbarca in Israele e mette subito in difficoltà il Ministero della Difesa. Arrivato in elicottero a Gerusalemme, il ministro dell’Interno ha pubblicato il seguenteo messaggio su Facebook, definendo sostanzialmente terroristi gli Hezbollah: "Arrivo a Gerusalemme in elicottero dopo il sopralluogo al tunnel scavato dai terroristi islamici. Tutto il mio impegno per sostenere il diritto alla sicurezza di Israele, baluardo di democrazia in Medio Oriente". Le parole del leader del Carroccio hanno subito allarmato la Difesa dai cui ambienti trapela preoccupazione per il comando italiano della missione Unifil.

"Non vogliamo alzare nessuna polemica - fanno sapere alcuni funzionari all’Ansa - ma tali dichiarazioni mettono in evidente difficoltà i nostri uomini impegnati proprio a Sud nella missione Unifil, lungo la blue line. Questo perché il nostro ruolo super partes, vicini a Israele e al popolo libanese, è sempre stato riconosciuto nell'area". "Tra l'altro - continua la versione della Difesa - l'Onu la sua parte la sta già facendo, c'è una missione, si chiama Unifil, da oltre 12 anni, e il comando è oggi sotto la guida italiana per la quarta volta".

Salvini: "Perché vi stupite?"

Insomma, con le sue parole Salvini rischia di minare un “equilibrio” che è stato raggiunto con tanto duro lavoro e diplomazia. Eppure, il ministro non ha alcuna intenzione di rettificare o fare marcia indietro: "Non capisco lo stupore che ho letto su un'agenzia per la definizione di Hezbollah come terroristi islamici - replica il ministro - . Se si scavano tunnel sotterranei a decine di metri che sconfinano nel territorio israeliano, non penso si faccia per andare a fare la spesa".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO