Caso Consip, chiesti 7 rinvii a giudizio, tra cui quello di Luca Lotti

All'ex ministro dello Sport è contestato il reato di favoreggiamento. Chiesta l'archiviazione per Tiziano Renzi

Chiesti rinvii a giudizio per caso Consip

La Procura di Roma ha avanzato le sue proposte nell'ambito dell'inchiesta sul caso Consip e ha chiesto sette rinvii a giudizio:
- Luca Lotti, ex ministro dello Sport e attuale deputato del PD, per favoreggiamento
- Tullio Del Sette, ex comandante generale dei Carabinieri, per rilevazione di segreto d'ufficio
- Emanuele Saltalamacchia, comandante della Legione toscana dei Carabinieri, per favoreggiamento
- Gianpaolo Scafarto, ex carabiniere del Noe, oggi assessore alla Sicurezza di Castellammare di Stabia, accusato di aver truccato e depistato l'inchiesta volta a "incastrare" Tiziano Renzi
- Alessandro Sessa, ex colonnello dei Carabinieri, per depistaggio
- Filippo Vannoni, presidente di Publiacqua, per favoreggiamento
- Carlo Russo, imprenditore, per millantato credito.

Per Tiziano Renzi, invece, padre dell'ex Premier Matteo Renzi, è stata chiesta l'archiviazione perché; secondo il procuratore aggiunto Paolo Ielo e il pm Mario Palazzi, "non vi sono elementi per sostenere un suo contributo nel reato" di traffico illecito di influenze.

Luca Lotti, lo ricordiamo, è stato iscritto nel registro degli infangati il 21 dicembre 2016, ossia il giorno dopo che l'ex amministratore delegato di Consip Luigi Marroni ha ammesso di aver saputo da lui dell'indagine in corso sulla centrale acquisti della pubblica amministrazione.

Marroni fece le sue rivelazioni ai pm di Napoli John Woodcock e Celeste Carrano, ma, con il coinvolgimento dell'allora ministro Lotti il fascicolo passo alla Procura di Roma e il 27 dicembre Lotti andò a Piazzale Clodio per essere interrogato.

Anche Filippo Vannoni sarebbe stato tirato in ballo da Marroni, mentre Carlo Russo è accusato di millantato credito perché avrebbe detto ad Alfredo Romeo di avere delle conoscenze politiche e si sarebbe fatto promettere da lui 100mila euro all'anno in cambio di una sua mediazione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO