Manovra, evitata infrazione Ue, Conte in Senato: "nessuna cessione sui contenuti"

conte in senato manovra infrazione Ue gettyimages-968446966-594x594.jpg

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha riferito in Senato sull’accordo raggiunto con l’Ue sulla manovra che, almeno per ora, evita all’Italia la procedura d’infrazione per deficit eccessivo: "non abbiamo ceduto sui contenuti" ha detto soddisfatto il premier all'inizio del suo intervento.

Anche se i fondi per i due capisaldi della manovra, reddito di cittadinanza e quota 100, sono stati rivisti al ribasso, le due misure partiranno nei tempi previsti, cioè dalla fine di marzo in poi, ha assicurato il premier. Il governo italiano ha continuato Conte "ha salvaguardato l'impostazione della manovra" lavorando "in queste settimane per avvicinare le posizioni senza arretrare mai sugli obiettivi promessi agli italiani".

Conte si è poi soffermato sulle modifiche eseguite ai saldi della manovra che hanno permesso il via libera Ue: "la stima economico finanziaria delle misure che avevano maggiormente attirato l'attenzione dei nostri interlocutori europei, che ha richiesto tempo, ha rilevato che le risorse sono inferiori a quelle previste. Ciò ha permesso di ridurre il disavanzo dal 2,4% a circa il 2,04% senza modificare né i contenuti, né la platea, né i tempi di realizzazione delle due misure" (appunto reddito e quota 100).

Il premier italiano ha anche ringraziato i parlamentari dell'opposizione dai cui banchi il discorso di Conte è stato interrotto diverse volte: "Desidero esprimere un sentito ringraziamento a tutti voi, di maggioranza e di opposizione, per la comprensione di questi giorni durante i quali l'iter della manovra ha proceduto con lentezza scontando ritardo con tempi previsti. Rinvii non causati da incertezze interne al governo: il rallentamento è stata l'inevitabile compressione a causa complessa interlocuzione con l'Ue alla quale abbiamo dedicato le nostre più risolute energie e impegno".

In ragione del peggioramento del quadro macroeconomico "dovuto in particolare al rallentamento del commercio internazionale" il presidente del Consiglio ha reso noto anche che il governo ha rivisto al ribasso il Pil 2019, all'1%. Variazione "che si ripercuote, per alcuni versi anche positivamente, sui saldi di bilancio e sul saldo strutturale".

Le parole dei commissari Ue

Quella trovata con il governo italiano non è la "soluzione ideale" aveva spiegato stamattina il vicepresidente della commissione Ue Valdis Dombrovskis perché "non risolve i problemi economici dell'Italia a lungo termine” ma almeno evita la procedura d’infrazione. Per il commissario Ue agli affari economici Pierre Moscovici "ha vinto il dialogo politico". Moscovici ha aggiunto che dallo 0,8% della bozza iniziale di manovra "il peggioramento strutturale è stato portato ora a zero”.

Dombrovskis ha chiarito che "le misure addizionali trovate dall'Italia ammontano a 10,25 miliardi di euro" ma per evitare la procedura d'infrazione la condizione posta dalla commissione è che queste misure siano pienamente attuate. Dopo che la legge di bilancio sarà definitivamente approvata dal parlamento, la commissione Ue in gennaio compirà la sua valutazione finale.

Il governo intanto ha predisposto l'emendamento alla Manovra per recepire l’esito della trattativa con l’Ue, con la modifica sui saldi che prevede la riduzione dei fondi per reddito di cittadinanza e pensioni. L’emendamento sarà presentato in commissione Bilancio del Senato una volta concluso l’intervento di Conte.

Manovra, Giuseppe Conte riferisce al Senato

A poche ore dalle sostanziali modifiche alla manovra finanziaria che dovrebbero convivere la Commissione Europea a non avviare la procedura di infrazione nei confronti dell'Italia, oggi il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte riferirà al Senato sugli ultimi sviluppi, illustrando così per la prima volta cosa è stato deciso durante il vertice di ieri sera.

L'intervento di Conte è previsto per le 13 di oggi, nelle stesse ore in cui il collegio dei commissari europei si riunirà per analizzare il testo inviato ieri sera dal governo italiano.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO