Barcellona, indipendentisti bloccano il centro: scontri con la polizia | Foto

Tensione alle stelle a Barcellona dove gli indipendentisti hanno preso come una provocazione la riunione del consiglio dei ministri spagnolo fissata per oggi nella città catalana. Un consiglio dei ministri in trasferta che è stato visto come una prova di forza del governo Sanchez.

Così gli indipendentisti catalani sono scesi in piazza bloccando le strade, usando cassonetti della spazzatura come barriere e scontrandosi, a volto coperto, con i Mossos d’Esquadra, la polizia della regione autonoma della Catalogna, formata da 4 province del nord-est della Spagna con Barcellona "capitale".

La sede della riunione del governo è presidiata all’esterno dagli agenti contro cui sono stati lanciati oggetti. La tensione potrebbe culminare in serata: alle 18 nel centro di Barcellona, al grido di "facciamo cadere il regime" (il legittimo governo di Madrid), venti organizzazioni separatiste hanno indetto una manifestazione.

La protesta potrebbe interrompere le prove di dialogo appena intraprese tra governo centrale e comunità autonoma della Catalogna (la Spagna è uno stato autonomistico, oltre alla Catalogna di ampia autonomia godono ad esempio i Paesi baschi). Il premier spagnolo Pedro Sanchez e il presidente indipendentista catalano Quim Torra giusto giovedì si erano seduti attorno a un tavolo per avviare una trattativa.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO