Di Maio e Mattarella, dall'impeachment all'angelo custode - VIDEO

"Il presidente Mattarella è stato fondamentale, come garante della Costituzione, è stato un po' l'angelo custode del governo, ha sempre seguito con attenzione e in modo imparziale la legge di Bilancio e abbiamo evitato la procedura d’infrazione, ce l’abbiamo fatta": parola del vicepremier Luigi Di Maio, pronunciate il 21 dicembre durante la sua partecipazione ad Agorà su RaiTre.

Parole di stima e rispetto per il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ben lontane dal duro attacco mosso dal leader del Movimento 5 Stelle soltanto pochi mesi fa, quando a pochi giorni dalla formazione dell'esecutivo gialloverde era pronto a chiedere la messa in stato d'accusa per il Presidente della Repubblica.

Neanche 7 mesi fa, dopo il veto messo da Mattarella a Paolo Savona come Ministro dell'Economia, la possibilità di Lega e M5S al governo sembra sfumata, ma poi nel giro di qualche giorno il nuovo esecutivo era già pronto al giuramento. Fa sorridere, quindi, a distanza di così poco tempo, un cambiamento così radicale di pensiero per Luigi Di Maio, che dopo le tante promesse scoprì l'impossibilità di procedere con l'impeachment per Mattarella e tutto finì nel silenzio assoluto, salvo poi riuscire a salire al governo insieme a Salvini.

Oggi, con Mattarella che ha lasciato l'esecutivo lavorare sulla legge di bilancio, l'astio del passato sembra archiviato definitivamente, ma i detrattori del vicepremier si stanno facendo più di una risata davanti all'ennesimo cambio radicale di visione di Luigi Di Maio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO