Renzi: "La manovra del popolo è diventata la retromarcia dei populisti"

"Per i mercati internazionali Di Maio è simbolo del neo peronismo".

Matteo Renzi retromarcia dei populisti

Matteo Renzi è intervenuto in Senato oggi poco dopo le 20:30, prima delle dichiarazioni di voto, che cominceranno, invece, alle ore 23. Il senatore del PD ha voluto parlare della manovra economica del governo Conte dal punto di vista dei mercati internazionali e ha lasciato agli altri suoi colleghi la denuncia sui modi in cui il governo sta trattando il Senato.

Renzi ha detto:

"Le sceneggiate non possono impedirci una riflessione economica sulla legge di bilancio. Vi era grande interesse nel mondo per la prima manovra del governo populista italiano. L'economia rallenta a livello mondiale, dalla Francia all'Ungheria, in questo momento, ci sono manifestazioni di piazza complicate da affrontare. Il vostro lavoro, il lavoro di questo governo, era guardato con grande attenzione. Il merito, non le procedure squallide. Il simbolo di questa legge di bilancio non è un provvedimento, ma è un balcone, quello di Palazzo Chigi, che si apre per la prima volta dal 1982, quando l'Italia aveva vinto i mondiali con Giovanni Spadolini presidente, e vi si affaccia il capo del primo partito italiano, nonché vicepremier e ministro del Lavoro, e urla al mondo che abbiamo abolito la povertà e la sfida all'Europa è lanciata, che non si può tornare indietro dal 2,4"

Poi ha fatto una riflessione associando Di Maio al peronismo:

"La stampa ha associato quell'immagine al ventennio fascista, ma chi di noi conosce un po' di politica economica, sa che per i mercati internazionali il balcone evoca il Peronismo, che ha distrutto la quarta economia della prima metà del ventesimo secolo. Tutti i mercati internazionali hanno dipinto Di Maio su quel balcone come un neo persista e l'immagine del Paese ne ha risentito in modo drammatico. È iniziata una pericolosa retromarcia. La manovra del popolo è diventata la retromarcia dei populisti e vorrei che restasse agli atti che avevate promesso la flat tax, ma la flat tax c'è solo per gli evasori. Avevate vinto promettendo il reddito di cittadinanza, costo stimato 63 mld di euro, di denari aggiuntivi ci sono 3-4 miliardi al massimo. Avevate promesso di abolire la Fornero e siete arrivati al punto di negare l'indicizzazione ai pensionati italiani. Avete mentito, avete truffato gli italiani il 4 marzo"

Renzi ha sottolineato come le reazioni del Paese ai primi mesi del governo giallo-verde siano tutt'altro che positive:

"La vostra misura economica, la vostra manovra di bilancio non porta il Paese a crescere, se è vero come è vero che il Pil ha rallentato, i posti di lavoro stanno diminuendo. Sicuramente otterrete la fiducia, ma avete perso quella delle imprese e dei consumatori"

È tornato sulla questione della manovra che sarebbe stata dettata da Bruxelles, argomento oggi sostenuto più volte anche dai senatori di Forza Italia:

"Questo Senato è stato testimone del fatto che il populismo e il sovranismo nostrano non soltanto si è fatto dettare la manovra, ma siamo arrivati al paradosso che abbiamo dovuto rinviare la discussione in Senato di un'ora perché il Presidente del Consiglio doveva aspettare il via libera dal commissario lituano e dal commissario francese. Conte, l'avvocato del popolo, ha patteggiato"

Infine Renzi si è rivolto ai senatori di Lega e M5S, facendo loro notare come il governo li tratti da semplici scaldapubblico:

"Per la prima volta nella storia di questo Senato in discussione non è il rapporto tra il governo e le opposizioni, ma tra il governo e la sua maggioranza. Lo dico ai senatori del M5S e della Lega. Vi considerano in grado di partecipare alla cerimonia corale dell'applauso, ma non vi considerano in grado di presentare un emendamento. Questa legge di bilancio non porta doni, ma solo condoni. Voi siete il partito di maggioranza di questo Parlamento, avete il diritto e il dovere di portare a casa i vostri risultati, ma siete stati trattati dal governo come il pubblico di un talk show, capace di applaudire e basta. Con oggi è finito il tempo del governo dei populisti"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO