Migranti, nuovo appello di Sea Watch: "Ci serve un porto sicuro"

"2 navi, 5 giorni, 346 vite salvate e nessun porto sicuro per la nostra nave. Natale in mare"

Migranti a bordo della Sea Watch

A due giorni dal NO del Ministro dell'Interno Matteo Salvini, e quindi dell'Italia, la nave Sea Watch ha diramato una nuova richiesta di aiuto. L'imbarcazione sta trasportando 33 migranti di 17 diverse nazionalità, salvata da un naufragio nel Mediterraneo, e in queste ore si trova a sud-est di Lampedusa, vicinissima all'Italia e pure impossibilitata ad avvicinarsi al nostro Paese.

Malta e Italia hanno già negato l'autorizzazione allo sbarco - Salvini ha ribadito che ora tocca ad altri Paesi, dalla Germania alla Spagna, passando per l'Olanda e la Francia - e nessun altro Paese europeo per ora ha accolto quella richiesta. La nave, in attesa di un porto sicuro, rimane nella zona, anche se le possibilità che Salvini cambi idea sono per ora piuttosto ridotte, per non dire nulle.

Questo il messaggio pubblicato oggi da Sea Watch:

2 navi
5 giorni
346 vite salvate
Nessun porto sicuro per la nostra nave
Natale in mare.

Weihnachten auf See - 346 Leben gerettet

2 Schiffe
5 Tage
346 gerettete Leben
Kein sicherer Hafen für unser Schiff
Weihnachten auf See - eine Übersicht der letzten Tage:
--
2 ships
5 days
346 lives saved
No safe haven for our ship
Christmas at sea - an overview of the last days:

Posted by Sea-Watch on Tuesday, December 25, 2018

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO