Scontri Inter-Napoli, Salvini: "Chiudere gli stadi è la risposta sbagliata"

Secondo il ministro dell'Interno in questo modo si penalizzano i veri tifosi.

Matteo Salvini sbagliato chiudere stadi

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini oggi è intervenuto sul caso degli scontri a Milano prima di Inter-Napoli in cui un ultrà interista è morto dopo essere stato travolto da un suv guidato da tifosi napoletani e altri quattro sono rimasti feriti. Il giudice sportivo ha deciso di far giocare i nerazzurri a porte chiuse le prossime partite casalinghe e ha anche vietato ai tifosi interisti le trasferte, per ora certamente quella di Empoli di domani, ma probabilmente ne vieterà anche altre.

Salvini, però, non è per nulla d'accordo con le decisioni che sono state prese, infatti ha detto:

"Chiudere gli stadi e vietare le trasferte condanna i tifosi veri, milioni di persone che hanno diritto a seguire la propria squadra e che non vanno confuse con pochi delinquenti che girano con il coltello in tasca. È una risposta sbagliata"

Poi ha aggiunto che ci sarà un tavolo sull'argomento e lui proporre di non far più giocare in notturna le partite a rischio:

"Certe partite di calcio non si giocheranno più in notturna, quelle più a rischio si devono giocare alla luce del sole e con elicotteri che possano controllare i delinquenti"

In Prefettura a Milano si è svolto il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza e il prefetto Renato Saccone ha detto che la prossima partita che l'Inter giocherà in casa davanti al pubblico sarà a metà febbraio, mentre a gennaio ci sarà un altro vertice sulla sicurezza con Inter e Milan, per cercare un modo per isolare i violento e non far pagare a tutti i comportamenti criminali.

Il prefetto Saccone ha anche detto:

"Terminata l'efficacia dei provvedimenti della giustizia sportiva potrebbe essere chiusa parte della curva della tifoseria interista ma questo si vedrà anche alla luce degli incontri che avremo a gennaio con le società. A me interessa anche capire i legami tra le persone coinvolte, che hanno premeditato l'agguato, e la curva, perché sulla base di quello che emergerà dalle indagini potranno essere presi ulteriori provvedimenti"

L'Osservatorio del Viminale sulla sicurezza delle manifestazioni sportive ha avvisato la Prefettura di Firenze sulla limitazione nella vendita di biglietti per Empoli-Inter che vige nei confronti di persone residenti in Lombardia.

Scontri Inter-Napoli: domani gli interrogatori

Domani si svolgeranno gli interrogatori di tre tifosi dell'Inter, tutti con meno di 30 anni di età, che sono stati arrestati perché ritenuti coinvolti negli scontri prima di Inter-Napoli, quelli che hanno portato alla morte di Daniele Belardinelli. Intanto sono stati dimessi i tifosi del Napoli accoltellati durante quel drammatico pre-partita a Milano.

Oggi anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha espresso il proprio parere su questo caso e ha detto che, se fosse stato per lui, sarebbe stato giusto fermare il campionato, per una pausa di riflessione su quanto è accaduto e sulla direzione da prendere.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO