Requisiti per il reddito di cittadinanza: spetterà anche a 200mila famiglie straniere

Chi avrà diritto al reddito di cittadinanza?

Nel maxiemendamento alla legge di bilancio 2019 approvato (tra le polemiche) da Senato e Camera viene specificato in che cosa consiste il Fondo per il reddito di cittadinanza:

"Il Fondo per il reddito di cittadinanza volto a introdurre nel nostro ordinamento il reddito e la pensione di cittadinanza, con una dotazione, a seguito delle modifiche intervenute al Senato, pari a 7,1 miliardi di euro per il 2019, 8,055 per il 2020, 8,317 per il 2021 (nel testo iniziale lo stanziamento era pari a 9 mld di euro a partire dal 2019), risorse in parte destinate al potenziamento dei centri per l’impiego e al finanziamento di ANPAL Servizi S.p.A.. Fino all’entrata in vigore di tali istituti continuano ad essere garantite le prestazioni del Reddito di inclusione"

Per quanto riguarda i centri per l'impiego:

"Le Regioni vengono autorizzate ad assumere fino a 4 mila unità di personale da destinare ai suddetti centri, aumentando le rispettive dotazioni organiche, con decorrenza 2019 e a regime, mediante corrispondente riduzione del Fondo per il reddito di cittadinanza"

Secondo Il Giornale, esiste una bozza di relazione tecnica del decreto che attuerà il reddito di cittadinanza (che dovrebbe essere pronto entro gennaio) dalla quale si evince che sono circa 1,3 milioni i nuclei familiari che beneficeranno del reddito e della pensione di cittadinanza, mentre quelli che vivono sotto la soglia di povertà sono 1,8 milioni.

Requisiti per il reddito di cittadinanza


Requisiti reddito di cittadinanza per italiani e stranieri

Quali sono i requisiti richiesti per poter ottenere il reddito di cittadinanza? Nulla si può ancora dire ufficialmente, proprio perché manca il decreto attuativo di questa attesa misura del governo Conte che dovrebbe partire ad aprile 2019. Tuttavia, finora sembra scontato che potrà essere richiesto da chi ha:
- un Isee di massimo 9.360 euro e conterà il reddito di tutta la famiglia con limite fissato a 12.600 euro;
- un patrimonio immobiliare che non supera i 30mila euro;
- conto in banca non superiore a 6mila euro, massimo 10mila euro in caso di nucleo famigliare di tre persone;
- non possiede auto o moto immatricolate nei sei mesi antecedenti alla richiesta del reddito di cittadinanza;
- non possiede seconde case.

Il reddito di cittadinanza sarà poi modulato in base al possesso o meno di un'abitazione e dalla somma verrebbe scalato il contributo per l'affitto. Ovviamente tutta la famiglia deve rispettare il patto di collaborazione e gli obblighi relativi alla fruizione del reddito, ossia come potrà essere speso (ci saranno le famose "card") e cosa bisognerà fare da un punto di vista lavorativo, prestando lavoro utile allo Stato mentre si frequentano corsi di formazione e non si potranno rifiutare più di tre offerte trovate dal centro per l'impiego.

Reddito di cittadinanza per gli stranieri


Reddito di cittadinanza per stranieri

Per non incorrere in problemi di incostituzionalità il MoVimento 5 Stelle, che inizialmente aveva previsto un limite di almeno dieci anni di residenza in Italia per gli stranieri che richiedono il reddito di cittadinanza, ha dovuto rivedere questa norma e ora si parla di cinque anni. Secondo l'Istat ci sono cinque milioni di poveri assoluti in Italia e di questi gli stranieri sono 1,5 milioni, ossia il 31,8%.

Gli stranieri che vivono in Italia da un periodo compreso tra cinque e dieci anni sono circa 900mila extracomunitari e 568mila comunitari, sempre secondo i dati Istat. È molto probabile, dunque, che gli elettori della Lega restino fortemente scontenti dalla misura chiave voluta a tutti i costi dal MoVimento 5 Stelle. Questo tra l'altro consentirà al Carroccio di pretendere, invece, di averla vinta sulle autonomie regionali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO