Il Sindaco Sala: "Salvini ci ascolti e riveda il Dl Sicurezza"

Anche il Sindaco di Milano ha chiamato in causa Salvini

"Ministro Salvini, ci ascolti e riveda il decreto sicurezza, così non va!". Inizia in questo modo l'appello del Sindaco di Milano Beppe Sala al leader leghista, che proprio oggi pomeriggio ha invitato il palermitano Orlando e il napoletano de Magistris alle dimissioni in ragione del loro dissenso nei confronti del Dl Sicurezza. Orlando ha annunciato che ricorrerà alla giustizia e che non rispetterà in 'toto' il decreto di Salvini, soprattutto per quanto concerne le procedure di iscrizione delle residenze anagrafiche.

Salvini ha reagito con rabbia alle parole dei sindaci, difendendo il suo provvedimento così com'è, senza voler quindi entrare nel merito delle contestazioni specifiche che sono state sollevate.

Anche Sala la pensa come i suoi colleghi ed ha espresso preoccupazione per quello che potrà accadere: "Da settimane noi Sindaci avevamo richiesto, anche attraverso l’Anci, di ascoltar la nostra opinione su alcuni punti critici, per esempio ampliando i casi speciali e garantendo la stessa tutela della protezione internazionale ai nuclei familiari vulnerabili, anche attraverso lo Sprar, oggi escluso dal decreto sicurezza per i richiedenti asilo. Occorre inoltre valutare l’impatto sociale ed economico del decreto per le nostre città, già in difficoltà a causa di una legge di bilancio che ci ha tolto risorse nella parte corrente: più persone saranno per strada senza vitto e alloggio, più saranno i casi di cui noi Sindaci dovremo prenderci cura. Ministro, ci ripensi".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO