Decreto Sicurezza, Rossi (PD): "Pronto il ricorso alla Consulta della Regione Toscana"

Lunedì la giunta regionale approverà la delibera.

Enrico Rossi

La Regione Toscana è pronta ricorrere contro il Decreto Salvini: dopo le proteste dei sindaci, si fanno sentire anche i governatori e oggi tocca a Enrico Rossi, che si associa a quanto detto ieri da Sergio Chiamparino, Presidente del Piemonte, anzi, fa un passo in più, perché annuncia che il ricorso davanti alla Corte Costituzionale è praticamente pronto e lunedì 7 gennaio sarà approvata la delibera dalla sua giunta.

Rossi ha detto:

"Contro il Decreto Sicurezza del governo la Regione Toscana farà ricorso alla Corte Costituzionale, con una delibera che sarà approvata nella seduta di giunta di lunedì prossimo"

E sui sindaci ha commentato:

"Fanno bene a ribellarsi a una legge disumana che mette sulla strada, allo sbando, decine di migliaia di persone che così diventano facile preda dello sfruttamento brutale e della criminalità organizzata, aumentando l'insicurezza"

In pratica, per le regioni, il problema riguarda soprattutto le tutele sanitarie, perché, in base a quanto previsto dal Decreto Sicurezza, chi avrà solo il permesso di soggiorno rischierà di perdere ogni tutela.

Intanto un altro governatore del PD, quello del Lazio, Nicola Zingaretti, che è anche candidato alla segreteria Dem, ha detto che l'assistenza sanitaria nella sua regione sarà garantita a tutti, anche "ai nuovi invisibili".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO