Trieste, il vicesindaco butta le coperte del clochard (e se ne vanta sui social). I cittadini gliele restituiscono

Nella bufera il leghista Paolo Polidori, che è anche assessore alla Sicurezza.

Vicensidaco Trieste contro senzatetto - Cittadini rispondono

La reazione dei cittadini è arrivata ed è stata molto solidale, tanto che, alla fine, si può dire che Paolo Polidori abbia fatto un favore al clochard a cui aveva gettato via le coperte. Per fare chiarezza, partiamo dal principio. Polidori, della Lega, vicesindaco e assessore alla Sicurezza di Trieste, due giorni fa ha scritto un post su Facebook in cui raccontava:

"Sono passato in via Carducci, ho visto un ammasso di stracci buttati a terra... coperte, giacche, un piumino, e altro; non c'era nessuno, quindi presumo fossero abbandonati: da normale cittadino che ha a cuore il decoro della sua città, li ho raccolti e li ho buttati, devo dire con soddisfazione, nel cassonetto: ora il posto è decente! Durerà? Vedremo. Il segnale è: tolleranza zero!! Trieste la voglio pulita!!
PS sono andato subito a lavarmi le mani!
E adesso si scatenino i benpensanti, non me ne frega nulla"

E infatti i "benpensanti", come li chiama lui, si sono scatenati, ma non è vero che a lui non gliene è fregato nulla, perché poi ha cancellato il post, poi ha rilasciato interviste a destra e a manca dicendo che gli altri politici avevano strumentalizzato le sue parole, perché nel post non si parlava di alcun clochard.

Intanto Pd, M5S e LeU hanno chiesto le dimissioni del vicesindaco, visto che è proprio lui che dovrebbe occuparsi della sicurezza e invece ha dimostrato, come ha detto Laura Famulari, segretaria provinciale dei Dem:

"Un atteggiamento sprezzante con i deboli, che in nulla si concilia con i doveri di solidarietà umana, di civile convivenza e di correttezza istituzionale ci deve attenersi un amministratore"

Polidori ha invece incassato la solidarietà del Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, suo compagno di partito, Massimiliano Fedriga, che ha detto:

"Andare a dire che il vicesindaco di Trieste lascia per strada al freddo una persona senza coprirsi è una falsità colossale che bisogna negare. Penso sia corretto farlo. L'auspicio è che nessuno voglia strumentalizzare, come sta facendo il Partito Democratico in maniera imbarazzante, la vicenda"

La risposta più pragmatica è però arrivata dai cittadini di Trieste, che hanno portato coperte e maglioni al clochard e gli hanno scritto un messaggio in cui gli chiedono scusa a nome di tutta la città.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO