Casellati: "È inconcepibile che i sindaci non applichino la legge. Sarebbe l'anarchia"

La Presidente del Senato ha rilasciato un'intervista al Corriere della Sera.

Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati

La Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati ha rilasciato un'intervista al Corriere della Sera in cui ha toccato tutti gli argomenti più caldi del periodo, incluso quella della "rivolta dei sindaci" contro il Decreto Sicurezza di Matteo Salvini, che è ormai legge. Su questo punto la seconda carica dello Stato ha detto:

"Siamo in uno Stato di diritto, non dimentichiamolo mai. È inconcepibile che qualcuno, e a maggior ragione chi siede nelle istituzioni, possa ritenere di disapplicare la legge in base ad una propria personale convinzione. Se non si condividono i contenuti di una norma, perché ritenuta incostituzionale, ci sono forme e sedi appropriate. Diversamente, il messaggio di cui alcuni sindaci si fanno portatori diventa devastante per le istituzioni e per i cittadini, i quali, potrebbero sottrarsi all’obbligo di rispettare le leggi soltanto perché contrarie ad un loro specifico interesse. Sarebbe anarchia"

E sulla chiusura dei porti alle navi delle Ong ha preferito non esprimere il proprio parere, rispondendo solo:

"Non ritengo opportuno intervenire in questa fase. La questione è affidata all’esclusiva responsabilità del governo"

Per quanto riguarda, invece, gli argomenti di sua più stretta competenza, quello dei vitalizi, per esempio, Casellati ha detto:

"Tutti siamo chiamati a dare segnali di razionalizzazione e ottimizzazione delle risorse pubbliche. Le differenze possono essere sul come ottenere i risparmi, tenendo ben presente sia le ragioni dell’equità sia quelle della legittimità dei provvedimenti. Però mi pare evidente che ragionare solo sulla politica del rigore sia un approccio riduttivo che non traccia alcuna prospettiva futura del Paese"

A Casellati è stato chiesto anche un parere su una delle prossime riforme che il Parlamento si ritroverà a discutere, quella del ministro Riccardo Fraccaro che prevede il referendum propositivo senza quorum, che non esclude, su uno stesso argomento, un ballottaggio tra le leggi proposte dal popolo e quelle varate dalle Camere. La Presidente del Senato a tal proposito ha detto:

"Gli strumenti di democrazia diretta ci sono già nel nostro ordinamento e hanno rappresentato un arricchimento straordinario per le nostre istituzioni. Penso alle stagioni referendarie e ai concreti passi in avanti compiuti grazie alle scelte dei cittadini su grandi temi, a partire dai diritti civili. Ma un referendum senza quorum, con la concorrenza tra proposte delle Camere e proposte d’iniziativa popolare, mi sembra possa mettere in discussione il futuro della stessa democrazia rappresentativa"

Inoltre, Casellati si è detta d'accordo con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella su alcuni argomenti toccati nel corso del discorso di fine anno, come la "grande compressione dell'esame parlamentare" della legge di bilancio 2019 e il no alla "tassa sulla bontà" che raddoppia l'Ires per le associazioni di volontariato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO