Migranti, Salvini insiste: "Porti chiusi per i trafficanti"

Di Maio prova ad aprire la porta e Salvini continua a chiuderla

La questione migranti rischia di diventare incandescente. Oggi Di Maio ha ribadito l'intenzione di accogliere donne e bambini a bordo della Sea Watch e della Sea Eye, puntualizzando che l'Italia sarebbe pronta ad occuparsi di 10 dei 49 migranti ostaggio di questo stallo surreale. In ragione di questo impegno ha invitato Malta a farli sbarcare nei propri porti. Proprio da Malta è però arrivata la risposta del Premier Muscat, contrario a far sbarcare i 49 migranti per "non creare precedenti".

Quanti ne vuole accogliere, invece, Salvini? "Zero". Il leader leghista l'ha ribadito in serata durante una diretta FB, nella quale ha parlato per oltre mezzora affrontando diverse questioni tra le quali, appunto, quella dei 49 migranti: "Su questa scrivania ho firmato il permesso di arrivare in Italia a centinaia di donne e bambini riconosciuti in fuga da associazione serie e che avranno in Italia il loro futuro. Poi basta: per i trafficanti di esseri umani i porti italiani sono erano e saranno chiusi. Grazie a questo traffico gli scafisti comprano armi e droga; io non sarò complice di chi vende a esseri umani per poi comprare armi e droga".

Anche questa volta, però, non ha nominato Di Maio e non ha commentato la sua intenzione di accogliere una parte dei 49 migranti a bordo delle due navi delle Ong; si è solo limitato a ribadire il suo punto di vista.

Un pensiero, invece, l'ha dedicato ai Sindaci e ai Governatori ostili al suo operato: "Dico ai sindaci e governatori ribelli, il governatore della Toscana, il sindaco di Napoli, ma non avete un po' di vergogna, ritegno, buon senso e dignità? Chi non riesce a risolvere i problemi di Napoli, Palermo, Firenze, Milano deve passare le giornate a preoccuparsi dei problemi dell'altra parte del mondo? Occupatevi degli ospedali della Toscana e della Calabria, dei treni. Provate ad aiutare gli agricoltori, i commercianti. Forse visto che non ne siete capaci dovete occuparvi dei problemi del mondo. Finché sarò al ministero, le regole si rispettano. Non esistono solo diritti ma esistono anche i doveri".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO