Sea Watch, l'Italia accoglierà 10 migranti: saranno affidati alla Chiesa Valdese

Matteo Salvini

Deve esser stata una notte intensa per i vertici dell'esecutivo di Giuseppe Conte a proposito dei migranti sbarcati ieri a Malta, dopo la promessa fatta dal Presidente del Consiglio e il no categorico del vicepremier Matteo Salvini ad accogliere una parte di quei migranti. Dopo quello che possiamo immaginare come un duro tira e molla, un accordo è stato raggiunto.

Nel corso di un vertice straordinario che si è svolto stanotte a Palazzo Chigi, Salvini ha dovuto cedere, almeno in parte: l'Italia accoglierà "poco più di 10 migranti" - il numero definitivo non è stato comunicato - che saranno affidati alla Chiesa Valdese "senza oneri per lo Stato".

Il vertice è iniziato in tarda serata, subito dopo il rientro in Italia di Matteo Salvini dalla Polonia. L'impegno con l'Europa è stato rispettato e anche il vicepremier leghista l'ha avuta vita, almeno in parte: i 10 migranti non saranno quindi a carico dello Stato, così come quelli che potrebbero arrivare in futuro.

Salvini, infatti, si è visto costretto a cambiare lo slogan: da "porti chiusi" e "non faccio entrare nessuno" a "Ogni nuovo eventuale arrivo dovrà essere a costo zero per gli Italiani". Il vicepremier, via Twitter, ha voluto anche ribadire che "L’immigrazione la gestisce il ministro dell’Interno", sottolineando di aver comunque preso lui una decisione dopo esser stato scavalcato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Salvini si è anche affrettato a ribadire che il governo è "compatto su linea rigorosa, porti chiusi, lotta agli scafisti e alle ONG", anche se quanto accaduto nelle ultime ore dimostra tutt'altro.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO