Papa Francesco: "Anche Gesù fu un profugo"

Papa Francesco

Papa Francesco ha affrontato a più riprese in queste ultime settimane il delicato tema dei migranti, in un momento in cui i governi europei, a cominciare da quello italiano, hanno dichiarato guerra agli sbarchi e stanno chiudendo le frontiere.

Il Santo Padre è tornato ad affrontare l'argomento e stavolta non lo ha fatto in un discorso pubblico, ma nella prefazione del libro "Luci sulle Strade della Speranza. - Insegnamenti di Papa Francesco su migranti, rifugiati e tratta", una raccolta degli insegnamenti magistrali di Papa Francesco su migranti, rifugiati e tratta dall'inizio del Suo Pontificato alla fine del 2017.

Papa Francesco, con un tono decisamente meno polemico di quello usato da Don Paolo Tofani lo scorso dicembre, ha paragonato Gesù ai migranti di oggi, sottolineando anche come quella che è la figura centrale del Cristianesimo è stato a tutti gli effetti un migrante:

Gli esodi drammatici dei rifugiati sono un'esperienza che Gesù Cristo stesso provò, assieme a i suoi genitori, all'inizio della propria vita terrena, quando dovettero fuggire in Egitto per salvarsi dalla furia omicida di Erode.

Da qui un discorso più generale sulla migrazione, che sottintende un chiaro invito ad essere più sensibili, come cristiani, di fronte alla disperazione di queste persone:

Spostarsi e stabilirsi altrove con la speranza di trovare una vita migliore per se stessi e le loro famiglie: è questo il desiderio profondo che ha mosso milioni di migranti nel corso dei secoli.

Bergoglio ha anche fatto una dichiarazione che non piacerà affatto ai tanti cristiani ipocriti già chiamati in causa qualche settimana fa dal Santo Padre:

I movimenti umani, pur generando sfide e sofferenze, stanno arricchendo le nostre comunità, le Chiese locali e le società di ogni continente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO