Decretone. Renzi: "Si favorisce lavoro nero". Gelmini: "Uno scempio"

decretone reddito e quota 100 reazioni politiche

Opposizioni all’attacco del decretone su reddito di cittadinanza e quota 100 varato ieri dal Consiglio dei ministri. Le reazioni della politica, da Forza Italia al Pd a FdI, vanno tutte in una direzione. L’ex reggente e oggi candidato segretario dem Maurizio Martina parla di "due misure-propaganda che rischiano di essere più un problema che una soluzione, in particolare per giovani e donne".

Gli fa eco l'ex premier Matteo Renzi che su Facebook ribadisce la sua contrarietà a reddito e quota 100: "Secondo me i soldi degli italiani vanno messi per creare lavoro o aumentare i salari, non per far pagare ai giovani le pensioni anticipate o favorire chi lavora in nero. Tra qualche mese tireremo le somme e vedremo se il loro entusiasmo è giustificato. Da italiano spero di sì. Da persona di buon senso temo di no".

Renzi sottolinea poi che: "In campagna elettorale il conto delle promesse su pensioni e reddito valeva circa 90 miliardi, oggi ne hanno stanziati 9". Da Forza Italia Mariastella Gelmini non è più tenera: il decretone reddito e quota 100, a suo avviso, è uno "scempio economico e sociale".

Per la capogruppo azzurra alla Camera: "Dopo il balcone e la sanguinosa ritirata europea, dopo avere annunciato il boom economico e incassato la stagnazione e forse la recessione, Di Maio annuncia il nuovo welfare state, fondato in 20 minuti. Cioè assistenzialismo e irresponsabilità mascherati da soldi a pioggia a chi è talmente in difficoltà che non potrà rifiutare".

Fratelli d’Italia invece punta il dito sul fatto che "il reddito andrà agli stranieri". Francesco Lollobrigida, capogruppo a Montecitorio del partito di Giorgia Meloni, spiega che "in attesa del vero decreto il governo presenta slide in perfetto stile renziano: solo annunci ma niente dettagli concreti. Di certo per ora c'è che il reddito di cittadinanza andrà a tanti stranieri e verrà pagato dagli italiani operosi e onesti. FdI farà le barricate in aula".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO