Empoli, morto durante un fermo. Salvini: "Cosa dovevano fare, offrire cappuccio e brioche?"

Matteo Salvini

Morto durante l'arresto a 31 anni, con le manette ancora ai polsi. È accaduto giovedì pomeriggio ad Empoli all'interno di un money trasfer della città, dove la polizia era intervenuta quando era stata segnalata la presenza di un uomo, in evidente stato di alterazione, che aveva cercato di farsi cambiare una banconota falsa ed era andato su tutte le furie davanti al rifiuto dei titolari del locale.

All'arrivo degli agenti l'uomo, originario della Tunisia, è stato bloccato e ammanettato ed è stato in quel momento che ha avuto un arresto cardiocircolatorio ed è deceduto sul posto, nonostante il rapido intervento dei sanitari che si trovavano già lì. Ora, a distanza di due giorni da quel decesso, la Procura sta indagando per omicidio colposo e sta cercando di ricostruire l'esatta dinamica dell'arresto.

Il Ministro dell'Interno Matteo Salvini era già intervenuto sulla vicenda per esprimere la sua totale solidarietà "ai poliziotti che a Empoli sono stati aggrediti, malmenati e morsi", ma oggi è voluto tornare sull'argomento dopo che Ilaria Cucchi aveva sottolineato i parallelismi tra il caso del 31enne tunisino e quello di suo fratello Stefano Cucchi o di Riccardo Magherini.

Cucchi, stamattina, aveva dichiarato:

Dava in escandescenza? Questi fatti sono tutti uguali e sappiamo già come andrà a finire. La quarta sezione della Cassazione dirà che non c'è nessun colpevole.

Anche Luigi Manconi, direttore dell'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, nel suo appello alla Procura di Firenze, aveva messo in dubbio il corretto operato degli agenti intervenuti:

La vittima aveva, oltre che le manette ai polsi, le caviglie legate e si trovava, di conseguenza, in una condizione di totale incapacità di recare danno ad altri e a sé. Come è potuto accadere, dunque, che in quello stato abbia perso la vita e che non sia trovato modo di prestargli soccorso?

Queste dichiarazioni hanno spinto Salvini ad intervenire di nuovo con l'ennesima diretta Facebook con indosso la giacca della tuta delle Fiamme Oro e la scritta "polizia" ben visibile sul petto:

Se i poliziotti non possono usare le manette, che fanno, offrono cappuccio e brioche?

Salvini ancora una volta manca il punto del discorso e rifiuta di guardare quanto accaduto da un punto di vista più ampio o anche soltanto diverso dal suo. Il capo della Polizia Franco Gabrielli, pur chiedendo massimo rispetto per gli agenti di Polizia, aveva almeno dichiarato che "se qualcuno ha sbagliato pagherà per un giusto processo e non per le farneticazioni del tribuno di turno", mentre da Salvini non ci si può aspettare neanche un'apertura in questo senso.

Buon sabato Amici.
Una riflessione: tornano in mare davanti alla Libia le navi delle ONG, gli scafisti ricominciano i loro sporchi traffici, le persone tornano a morire. Ma il “cattivo” sono io. Mah...

Posted by Matteo Salvini on Saturday, January 19, 2019
  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO