Migranti, Di Maio: "Chi vuole sbarcare in Italia sarà portato a Marsiglia"

Luigi Di Maio

Risolta temporaneamente l'emergenza del nuovo gruppo di migranti che si era messo in viaggio verso l'Europa e stava rischiando di annegare al largo della Libia, il vicepremier Luigi Di Maio segue il canovaccio di Alessandro Di Battista da Fabio Fazio e va all'attacco della Francia e annuncia che da questo momento in poi tutti i migranti che proveranno a sbarcare in Italia saranno mandati in Francia.

Le dichiarazioni di Di Maio arrivano da RTL 102.5: "Si parla solo degli effetti, dei morti in mare, ma la Ue ignora quello che la Francia fa in Africa. La Francia stampa il franco delle colonie con cui si fa finanziare parte del suo debito, per far stare gli africani in Africa basta che i francesi se ne stiano a a casa loro".

Per questo motivo, ha spiegato il vicepremier, "d'ora in poi quelli che vogliono sbarcare glieli portiamo a Marsiglia, chiederò a UE sanzioni contro quei paesi che colonizzano l'Africa". Si tratta ovviamente di una provocazione, diamo per scontato che Di Maio sappia molto bene quanto sia difficile, anzi impossibile, mettere in atto un piano del genere, considerando che i migranti non arrivano a bordo di navi italiani e il governo italiano non ha il potere di ordinare alle navi delle Ong di dirigersi verso Marsiglia senza l'autorizzazione della Francia.

Le parole di Di Maio ricalcano quelle pronunciate da Di Battista ieri sera su RaiUno. Intervistato da Fabio Fazio, l'agguerrito pentastellato da poco rientrato in Italia aveva dichiarato:

Salverei le persone e le porterei a Marsiglia, fino a che non si crea un incidente diplomatico con la Francia il problema non si risolve.

Dalla Francia, per ora, tutto tace.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO