Di Battista: "Mio padre ha lavoratore in nero, mi sono incazzato" (Video)

di battista lavoratore nero papà

Alessandro Di Battista annuncia con una diretta Facebook che il papà è stato raggiunto da una troupe de Le Iene capitanata dall’inviato Filippo Roma. Secondo quanto conferma lo stesso ex deputato del Movimento 5 Stelle, l’azienda guidata dal padre ha alle proprie dipendenze un lavoratore in nero, una persona di una certa età che gli sta dando una mano “in un periodo di difficoltà”.

“Questa mattina mi ha chiamato mio papà - esordisce l’ex parlamentare - e mi ha detto che era stato avvicinato da Filippo Roma che gli ha fatto alcune domande in merito alla piccola impresa di famiglia”. Il perché Di Battista lo conosce già, essendone venuto a conoscenza qualche tempo fa, quando con il padre si è recato dall’avvocato per sporgere querela nei confronti di alcuni articoli giornalistici ritenuti diffamatori. In quell’occasione, ammette il politico pentastellato, “ho chiesto a mio padre: ‘Papà, è tutto a posto? Io ora mi rimetto un pò in pista anche se non da candidato…’. Lui alla fine mi ha risposto di no”, ovvero che non era proprio tutto a posto e - continua - “mi ha raccontato questa cosa” del lavoratore in nero, “io mi sono incazzato”.

Non è la prima volta che Le Iene si occupano di lavoratori in nero presso le aziende guidate da “padri” eccellenti: è successo nel recente passato con il papà di Luigi Di Maio, che ha ammesso le proprie colpe e si è messo a disposizione delle autorità per sanare la propria posizione; è successo anche con il papà di Matteo Renzi, che anche di fronte alle sentenze mostrategli da Roma, però, ha negato ogni addebito confermando di non voler pagare i lavoratori che hanno vinto le cause. Ora tocca a Di Battista senior…

“Io provo a stare attento a tutto… - prosegue in diretta su Facebook il politico romano - manco una macchina in doppia fila devi lasciare. E poi mi sono arrabbiato perché non mi ha detto (mio padre, ndr) niente e non mi ha chiesto aiuto”. Di Battista ha subito chiarito di voler subito avviare tutte le pratiche necessarie per regolarizzare il lavoratore e “pagare tutto quello che c’è da pagare. Questa è la situazione, ci tenevo a dirvela. Le Iene fanno il loro lavoro. Sono andati dal padre di Di Maio, di Renzi, dal mio. Va bene, ma cominciassero ad andare anche da Berlusconi e fare una bella inchiesta sui finanziamenti che ha fatto a Cosa Nostra”.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO