Sea Watch: Magi, Prestigiacomo e Fratoianni a bordo. Beffata la Capitaneria di porto

I tre parlamentari hanno raggiunto la nave con un gommone, nonostante il divieto di Salvini.

Da due giorni provavano a salire a bordo della Sea Watch e oggi ci sono riusciti nonostante il divieto del ministro dell'Interno Matteo Salvini. Riccardo Magi di +Europa, Stefania Prestigiacomo di Forza Italia (e che è di Sicuracusa), Nicola Fratoianni di Leu più il sindaco di Siracusa Francesco Italia e alcuni attivisti, che hanno portato sulla nave alcuni generi di prima necessità che possano servire ai 47 migranti che sono a bordo da nove giorni e che di notte dormono nelle tende.

Fratoianni ha scritto:

"Insieme ai colleghi deputati Prestigiacomo e Magi, al sindaco di Siracusa, ad attivisti di associazioni di volontariato e ad alcuni legali, siamo a bordo della nave Sea Watch, nonostante il divieto delle autorità che ieri ha impedito che potessimo esercitare le nostre prerogative costituzionali.
Verificheremo la situazione a bordo e continuiamo a chiedere che i naufraghi e l’equipaggio siano fatti sbarcare in rispetto delle norme internazionali"

Ieri lo stesso Fratoianni aveva chiesto al Presidente della Camera Roberto Fico di intervenire per garantire ai deputati di esercitare le loro prerogative costituzionali.

C'è preoccupazione soprattutto per i 13 minori presenti, tra cui otto non accompagnati, che anche secondo il Procuratore dei minori di Catania Caterina Ajello dovrebbero scendere e la CEI si è già detta disponibile ad accoglierli, ma Salvini ancora non ha ceduto, dicendo di non credere alla minore età dei ragazzi.

Il porto di Sicuracusa resta chiuso ed è facile immaginare che a breve, dopo lo show dei tre parlamentari suoi avversari, Salvini risponda con un altro dei suoi show via Facebook. Intanto l'Europa continua a tacere e il senso di questo tira e molla è sempre più difficile da comprendere.

I tre parlamentari, più il sindaco e gli attivisti, sono saliti proprio per accertarsi di persona delle condizioni dei migranti che sono in mare da molti giorni. Per riuscire a salire a bordo hanno affittato un gommone e sono riusciti a beffare il controllo della Capitaneria di porto, che aveva impedito loro di salire.

Ricordiamo che Salvini ha minacciato di mandare a bordo della Sea Watch la polizia per indagare su un eventuale favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Sicuramente l'azione di oggi dei tre parlamentari avrà delle conseguenze.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO