Salvini: "Abbiamo prove contro la Sea Watch. Parlamentari a bordo? Buon viaggio"

Il ministro su Magi, Fratoianni e Prestigiacomo: "Favoriscono l'immigrazione clandestina?"

Matteo Salvini contro la Sea Watch

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini oggi è nuovamente intervenuto sul caso della Sea Watch che è ancora nei pressi di Siracusa con a bordo 47 migranti salvati nove giorni fa. Tramite i suoi account social, il vicepremier ha detto dia vere prove concrete contro l'equipaggio della nave della ONG tedesca e ha scritto:

"Abbiamo elementi concreti per affermare che, mettendo a rischio la vita delle persone a bordo, il comandante e l’equipaggio della nave ONG Sea Watch 3 abbiano disubbidito a precise indicazioni che giorni fa li invitavano a sbarcare nel porto più vicino (non in Italia!), prove che verranno messe a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Se così fosse, saremmo di fronte ad un crimine e ad una precisa volontà di usare questi immigrati per una battaglia politica, un fatto gravissimo. Ribadisco il mio impegno a difendere i confini, la salute e la sicurezza del popolo italiano: non sarò mai complice degli scafisti e di chi li aiuta"

Intanto è stato chiamato a commentare anche il fatto che questa mattina tre parlamentari, ossia Stefania Prestigiacomo di Forza Italia, Nicola Fratoianni di Liberi e Uguali e Riccardo Magi di +Europa, sono saliti a bordo della Sea Watch e ha detto:

"Nonostante i divieti alcuni parlamentari italiani (fra cui uno di Forza Italia) non rispettano le leggi italiane e favoriscono l'immigrazione clandestina? Mi spiace per loro, buon viaggio!"

Riccado Magi ha già replicato: "Ci denunci". Proprio la parlamentare di Forza Italia, Stefania Prestigiacomo, che è in possesso della patente nautica, ha guidato lei stessa il gommone con il quale, insieme con i colleghi della Camera, un avvocato e uno psicologo, ha raggiunto la Sea Watch e, una volta a bordo, ha detto:

"Nessuno può comprimere le nostre prerogative parlamentari che ci consentono di salire a bordo, a maggior ragione perché l'imbarcazione non è in quarantena e anzi - altro fatto gravissimo e senza precedenti - l'autorità marittima sanitaria non ha accolto ieri la richiesta di accertamento sanitario inoltrata su nostro consiglio dal comandante"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO