Diciotti, Martina: "Salvini gioca a fare lo sceriffo, ma vuole lo scudo del Senato"

"Sequestrare persone in mare o in un porto non ha nulla a che fare con l'interesse pubblico".

Maurizio Martina contro Salvini su Diciotti e Sea Watch

Maurizio Martina, che ieri è salito sulla Sea Watch rimediando anche una denuncia, oggi è tornato sul tema della politica del governo Conte sui migranti e in particolare sul comportamento di Matteo Salvini che oggi, attraverso una lettera al Corriere della Sera, ha chiesto che il Senato non conceda l'autorizzazione a procedere contro di lui per il caso della nave Diciotti, che è molto simile a quanto sta accadendo in questi giorni proprio con la Sea Watch.

Non a caso oggi il PD, il partito di Martina, ha presentato un esposto presso la Procura di Siracusa contro il governo Conte che non fa sbarcare i 47 migranti a bordo della nave della Ong tedesca.

Sui social network Martina ha commentato la richiesta di Salvini di non essere processato per il caso Diciotti e ha scritto:

"Sequestrare persone in mare o in un porto non ha nulla a che fare con l'interesse pubblico. È contro la Costituzione. Salvini gioca allo sceriffo, si sente sopra la legge, ma poi vuole lo scudo del Senato. Si difenda nel processo e non dal processo"

Ieri Martina, dopo essere sceso dalla Sea Watch, ha detto:

"Sono persone da troppo tempo ostaggio di una condizione per noi incredibile. Un Paese serio come l'Italia merita di gestire queste situazioni in altro modo. Bisogna dare una mano a rendere chiara questa situazione. Dobbiamo provare a verificare insieme le condizioni di queste persone e chiedere con forza al governo di non voltarsi dall'altra parte. Non si può gestire questa vicenda come il terzo tempo di una campagna elettorale. Confermo che non c'è nessun decreto di chiusura dei porti italiani. Questo rimpallo di slogan tra ministeri è inaccettabile. Continuiamo a tenere alta l'attenzione su questa vicenda perché non è ammissibile che finisca nel dimenticatoio. Valuteremo i passi conseguenti perché a nostro avviso ci sono analogie con il caso della Diciotti che vanno chiarite"

La Prefettura di Siracusa ha detto di aver avvertito i parlamentari che c'era il divieto di raggiungere la Sea Watch e di averli informati delle eventuali conseguenze di legge per la violazione di tale divieto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO