Abruzzo e l'ospedale San Salvatore: cosa scrive El Pais e la banda Impregilo

da https://www.flickr.com/photos/31097008@N05/3426636817/

Reduci dall'articolo di Valli su Repubblica che ha scatenato molte polemiche e da due settimane di accuse e contro accuse di sciacallaggio per quanto riguarda il terremoto abruzzese, vediamo come El Pais, uno dei più importanti quotidiani spagnoli, giudica la situazione italiana. Scrive El Pais:

"Il terremoto ha portato alla luce, ancora una volta, il meglio e il peggio dell'Italia. Grazie alla solidarietà e al lavoro di migliaia di volontari è stato possibile trovare una sistemazione e prendersi cura di 55mila sfollati e 1.500 feriti. Ma, d'altra parte, l'illegalità e la mancanza di controlli sono all'origine del crollo di molti edifici di recente costruzione.

Tra questi, l'ospedale San Salvatore, l'opera pubblica più importante realizzata in Abruzzo negli ultimi decenni, che non avrebbe dovuto neanche aprire. Il centro, infatti, non era stato accatastato e non aveva ottenuto l'agibilità". Domanda: chi ha realizzato l'ospedale? Dice qualcosa il nome Impregilo?

Si, sempre lei, la stessa della Salerno-Reggio Calabria, la multinazionale indagata per l'inceneritore di Acerra, l'azienda regina del cemento che guarda caso ha vinto l'appalto per il Ponte sullo stretto.

Se andate sul sito dell'Impregilo e digitate "ospedali" nel search, voilà, spunta anche l'ospedale dell'Aquila. Chi ha fatto il nome dell'impresa? Perchè mi pare di avere sentito questo nome da quei cattivoni di Anno zero e pochissimi altri...

Immagine|Flickr

  • shares
  • Mail
72 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO