Web scatenato su Laura Castelli che chiede al PD di riferire in Parlamento sulla recessione

È il Parlamento che chiede al governo di riferire in Aula, non il governo che chiede all'opposizione di farlo...

Laura Castelli chiede al PD di riferire in Parlamento

La sottosegretaria al Ministero dell'Economia Laura Castelli lo ha fatto di nuovo. È diventata un'altra volta lo zimbello dei social network per una sua incauta dichiarazione. In pratica, nel corso di un'intervista al Corriere della Sera, ha detto:

"Non abbiamo paura di riferire in parlamento sulle nostre azioni. Ma piuttosto il Pd riferisca in Aula sugli effetti negativi delle sue misure"

Il problema è che l'opposizione, in questo caso il PD, non può "riferire in Aula", perché quello spetta al governo.

Questo errore ha ovviamente fatto scatenare gli utenti dei social network, tanto che per molte ore l'hashtag #Castelli è stato primo tra i trend topic di Twitter.

Nella sua intervista Laura Castelli ha detto:

"I problemi economici dell'Italia vengono da lontano, sono l'effetto di alcune scelte che riteniamo sbagliate, tanto da avere invertito la rotta. Mentre qualcuno si sofferma sui dati del Pil, bisognerebbe raccontare anche che l'Istat ha stimato per dicembre una crescita dell'occupazione di 23 mila unità, pari allo 0,1%"

E ha ovviamente difeso a spada tratta l'operato del governo Conte:

"Gli effetti della nostra manovra si vedranno nei prossimi mesi, non si può pensare che si producano un secondo dopo l'approvazione di una norma. Il decreto dignità è stato varato a luglio e sta avendo degli effetti. Ma pensare che il Pil sia dovuto alla nostra manovra, varata l'altro ieri, è assurdo. Noi siamo stati molto prudenti e poi i soldi che abbiamo stanziato per coprire le due misure fondanti di questo governo sono veri. Con i cittadini non si scherza"

Su Twitter c'è chi scherza: "Questo è il primo governo nella storia della Repubblica che fa autonomamente, governo, maggioranza, opposizione e anche satira contro il governo". E chi non si stupisce: "Vabbè, se accettiamo che un sottosegretario all'Economia non capisca niente di economia non possiamo poi pretendere che sappia come funziona il Parlamento". E anche chi si arrabbia: "Dietro il gesto goffo di una persona ridicola come la #Castelli, che chiede al PD di riferire in parlamento sulla recessione, si nasconde invece un violento attacco alle regole democratiche del nostro Paese. È il governo che deve rendere conto al parlamento, non il contrario".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO