Bankitalia, Visco: "L'incertezza sulla politica di bilancio non si è dissipata"

L'economia globale sta rallentando, ma quello che sta accadendo in Italia va al di là della tendenza mondiale e in parte è anche colpa dell'esecutivo gialloverde che sta governando il Paese ormai da quasi 8 mesi. A riferirlo è il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, tra i partecipanti al convegno di Assiom Forex.

Visco ha confermato che "le prospettive dell'economia italiana sono oggi meno favorevoli di un anno fa" e "sono gravate da rischi al ribasso che hanno in parte una origine estera ma che continuano a riflettere in misura significativa le debolezze proprie del nostro Paese". Tra i fattori che hanno influenzato questa situazione ci sono "l'incertezza sulla crescita, oltre che l'orientamento della politica di bilancio e sulla ripresa di un percorso credibile di riduzione del peso del debito pubblico sull'economia".

In Italia, secondo il governatore di Bankitalia,

la domanda interna ha risentito del marcato aumento dell'incertezza, legato prima ai dubbi sulla posizione del Paese riguardo alla partecipazione alla moneta unica, poi al difficile percorso che ha portato alla definizione della legge di bilancio, segnato da contrasti con la Commissione europea risolti solo alla fine dell'anno. L'aumento dei premi per il rischio sui titoli di Stato che ne è derivato si è trasmesso al costo della raccolta obbligazionaria del settore privato, in un contesto di flessione dei corsi azionari.

Visco ha anche confermato la stima per una crescita dello 0,6% per il 2019, quasi la metà di quell'1% che era stato ipotizzato dal governo di Giuseppe Conte, che pure era stato sensibilmente rivisto al ribasso rispetto all'1,5% ipotizzato mentre erano in corso le trattative con l'UE sulla manovra finanziaria.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO