Pernigotti: accordo per la cassa integrazione. L’azienda: "Esternalizzazione avviata"

pernigotti cassa integrazione

È stato raggiunto l'accordo per la cassa integrazione straordinaria in Pernigotti. La misura è relativa ai 92 lavoratori dello storico stabilimento Pernigotti di Novi Ligure, nel quadro della reindustrializzazione del sito produttivo.

L’intesa con i sindacati è stata siglata oggi nell’ambito del tavolo aperto al ministero del Lavoro retto da Luigi Di Maio. La cig straordinaria durerà 12 mesi. La Pernigotti è ora di proprietà del gruppo turco Toksoz. Al tavolo erano presenti per la società il capo delle risorse umane e il direttore finanziario che hanno parlato anche di un piano di politiche attive per i lavoratori che sarà verificato man mano dai sindacati. Primo appuntamento a marzo.

Il segretario nazionale della Uila Uil Pietro Pellegrini spiega: "Non era quello che auspicavamo ma è un risultato positivo perché abbiamo ottenuto la modifica della finalità della cassa che consente la reindustrializzazione del sito e l'attivazione del politiche attive che consente la rioccupazione dei lavoratori. Il nostro impegno nei prossimi mesi sarà monitorare l'avanzamento del piano dell'advisor perché si realizzino tutte le condizioni e si possa garantire un futuro allo stabilimento e ai lavoratori di Novi Ligure".

L’azienda dal canto suo ha parlato di una "esternalizzazione già iniziata" rendendo noto dopo l’incontro al Ministero di aver "già affidato a partner attivi sul territorio nazionale la produzione di alcune linee di prodotto, salvaguardando la qualità e l'attenzione per le materie prime che da sempre caratterizzano l'offerta Pernigotti" confermando così "la volontà di continuare a produrre, distribuire e commercializzare i propri prodotti dolciari attraverso accordi di terziarizzazione in Italia".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO