Mercato candidature, la caccia ai soliti noti. Solo "utili idioti"?

Recitava una bella canzone di Sergio Endrigo: “La festa appena cominciata è già finita”. E’ così anche per questa campagna elettorale già inguardabile, inascoltabile, illeggibile, aria fritta, il peggior mix dei rimasugli di quelle della seconda Repubblica?

Ci si concentra, ad esempio, sulla “paghetta” di Berlusconi alla sua ex signora Veronica (200 mila euro al giorno, precisa il Cav) e tutti tacciono sul Porcellum, cioè sulla legge-truffa con la quale si andrà a votare il 24-25 febbraio, ponendo l’Italia fuori dai paesi occidentali e nel novero delle “repubbliche delle banane”.

Quanti appelli ai partiti del presidente Napolitano per cambiare il vergognoso Porcellum? Quante dichiarazioni (di tutti i leader) per mesi e mesi sui nuovi progetti (fasulli), sugli accordi fra Pd-Pdl-Udc sempre dati per (quasi) raggiunti e mai siglati?

Scrive Gianluca Santilli su l’Unità: “Ci ritroviamo a votare con il famigerato “Porcellum”, sistema che degnamente rappresenta la fine della seconda repubblica, triste epilogo di un sistema coniato da una classe dirigente fallimentare”. Sì, quella stessa classe dirigente fallimentare che – pochissime le eccezioni – si appresta a continuare il proprio incessante lavoro di distruzione dell’Italia. Perché Santilli, responsabile Comunicazione e propaganda del Pd romano, tace sulle responsabilità di Bersani e del suo partito?

E’ il solito refrain, è sempre colpa di qualcun altro. Per cui, dopo 18 anni, si prosegue con il muro contro muro, la politica muscolare, nemico contro nemico, finte liti, con i leader oggi impegnati a chiudere le liste, nel modo di sempre. Un esempio? L’ex campionessa olimpionica Valentina Vezzali è fra i nomi di punta della lista del Prof. Come non ricordare quando quattro anni fa in Tv da Bruno Vespa disse all’allora premier Silvio Berlusconi: “Da lei mi farei veramente toccare”? Salto del fosso per una cadrega?

Nel mercato delle candidature, anche Monti, al pari degli altri leader, utilizza i soliti “noti” come luccichino per le allodole porta voti, “utili idioti” (al pari degli “indipendenti” nel Pci) utilizzati dai partiti per la sopravvivenza della casta. Vezzali&C saranno poi chiamati in Parlamento a pigiare – annoiati sull’I pod- un pulsante eseguendo gli ordini di partito.

In Italia è senza lavoro più di un giovane su tre (37,1%), c’è – come richiama la Ue – il rischio trappola povertà, le tasse ammazza tutti, l’Imu iniqua, le carceri medioevali. La politica ha altro da fare.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO