Salvini: "TAV? Mai visto esame costi benefici"

salvini querela

Matteo Salvini ha risposto stizzito da Terni all’ennesima domanda su un possibile scambio di favori tra Lega e Movimento 5 Stelle. Da giorni, infatti, si dice che il Carroccio sia disposto ad accontentare i pentastellati fermando la TAV Torino-Lione, in cambio del voto sull'autorizzazione a procedere per la vicenda della nave Diciotti. "Il prossimo che ne parla lo querelo - dice senza mezzi termini il ministro dell’Interno - Perché non sta né in cielo né in terra".

Salvini ha voluto rimarcare ancora una volta che i rapporti di maggioranza siano buoni e anche se ci sono discussioni in corso, una sintesi si dovrebbe trovare a breve, come già avvenuto nel recente passato su altre tematiche. "Magari quella era la vecchia politica - insiste il vicepremier - Io sono assolutamente sereno e tranquillo, ho fatto e farò il ministro dell'interno per difendere la sicurezza del Paese".

Salvini: "Mai avuto l'esame costi-benefici della Tav"

A margine della stessa iniziativa a Terni, Matteo Salvini ha anche parlato dell’esame costi-benefici che il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli avrebbe già inviato alla Francia: "Io, da vicepresidente del Consiglio che rappresenta gli italiani non ho l'esame costi-benefici della Tav ma pare che ce l'abbiano a Parigi. Questo è abbastanza bizzarro...", ha concluso il ministro.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO