Parigi snobba Salvini e Di Maio: "Il premier è Conte. Loro fanno battute ma sono in recessione"

Di Maio e Salvini SNOBBATI DALLA FRANCIA

Il governo francese snobba i vicepremier e ministri italiani Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Il primo ieri si era detto disponibile a incontrare il presidente francese Emmanuel Macron dettando anche l’agenda dei colloqui (migranti, terroristi italiani rifugiati Oltralpe e pendolari). Oggi è arrivata la risposta di Parigi al ministro dell’Interno.

Di Maio invece, che ha fatto scoppiare un caso diplomatico incontrando esponenti dei Gilet gialli a Parigi, dopo il richiamo dell’ambasciatore francese a Roma non ha fatto nessun passo indietro anzi ha ribadito che la sua visita è stata più che legittima, in quanto capo politico del M5S.

"Il dialogo non è mai stato interrotto, ma c'è anche un presidente del Consiglio in Italia, si chiama Giuseppe Conte, è lui il capo del governo italiano e Macron lo ha già incontrato molte volte" ha detto oggi il portavoce del governo francese Benjamin Griveaux a Europe 1. "I ministri italiani sono già seduti intorno al tavolo con i loro omologhi francesi in occasione di diversi Consigli europei".

Il portavoce del governo non ha poi resistito dal lanciare una fracciata ai due vicepremier italiani: "Le battute di Luigi Di Maio e Matteo Salvini non hanno impedito all'Italia di entrare in una recessione economica... Noi non abbiamo fatto battute".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO