Abruzzo, il PD apre al civismo. Martina: "Strada per tornare a vincere"

Maurizio Martina regionali abruzzo civismo per vincere

Sull’esito del voto delle elezioni regionali in Abruzzo, che hanno sancito il boom della Lega e il crollo del M5s rispetto alle Politiche, interviene l’ex ministro dello Sviluppo Carlo Calenda: "Legnini ha fatto un grande lavoro. E se posso dire dimostra che ci vuole un fronte che vada oltre il PD. Perché un risultato così alle europee cambierebbe radicalmente e positivamente lo scenario politico italiano. Avanti" ha twittato il politico.

"Penso che il centrosinistra debba tendere a un modello di coalizione aperto, come abbiamo fatto qui, con un risultato superiore a quello di 11 mesi fa, anche se insufficiente" aveva già commentato a caldo Giovanni Legnini. L’ex vicepresidente del Csm ha preso il 31,2% dei voti a capo di una lista di centrosinistra e civica composta da PD, Avanti Abruzzo, Abruzzo Insieme, Abruzzo in Comune, +Abruzzo, Progressisti per Legnini, Legnini Presidente, Centristi per l'Europa-Solidali e Popolari ("un’ammucchiata" secondo la candidata governatrice dei 5 Stelle Sara Marcozzi, fermatasi al 20,20%).

Sempre per il PD il candidato alla Segreteria Maurizio Martina ha voluto ringraziare Legnini: "Siamo unica alternativa alla destra. Grazie a Giovanni Legnini e al PD per l’impegno straordinario in Abruzzo. Siamo l’unica alternativa alla destra. La propaganda 5Stelle sbatte contro la realtà. Un nuovo centrosinistra aperto al civismo è la strada da percorrere per tornare a vincere".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO